ilNapolista

Mattarella a Lazio e Atalanta: «Meno attenzione ai diritti tv e più impegno a fare crescere i giovani calciatori»

Il Mattino riporta le dichiarazioni del presidente della Repubblica: “Auguri anche all’arbitro che deve essere sempre un protagonista silenzioso delle partite”

Mattarella a Lazio e Atalanta: «Meno attenzione ai diritti tv e più impegno a fare crescere i giovani calciatori»

Ieri pomeriggio, al Quirinale, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ricevuto Atalanta e Lazio, che questa sera si scontreranno all’Olimpico per la finale di Coppa Italia.

Il Mattino riporta il monito del presidente alle società di calcio:

“Mi auguro società di calcio sempre più attente ai vivai e agli aspetti sportivi che non agli interessi economici; mi auguro sempre società di calcio che abbiano una grande cura dei giovani, anche nella responsabilità che un fenomeno sociale così diffuso come il calcio, così seguito, comporta. E, quindi, meno attenzione ai diritti televisivi – se posso dirlo – ma più impegno per i giovani calciatori da far crescere e per i talenti da far esprimere”.

Mattarella ha espresso la speranza di non vedere simulazioni in campo, affinché non venga appannato “lo smalto del fascino di uno sport così bello come il calcio”.

E ha fatto anche gli auguri all’arbitro che:

“deve essere sempre un protagonista silenzioso delle partite e il suo compito è guardato sempre con grande attenzione”.

Mattarella è intervenuto anche sui rischi che presenta la partita:

“Mi auguro anch’io, sempre, tifoserie che accompagnino le squadre con grande senso della civiltà; che gli stadi tornino a essere sempre luoghi in cui si possa andare con i bambini, con serenità, senza che vi siano né violenze fisiche né violenze verbali. Mi auguro che il calcio sia, come quasi sempre avviene e come è in grado di fare, fenomeno sociale apprezzato, vissuto e amato da tanta gente del nostro Paese”.

Al Capo dello Stato è stata donata una riproduzione del trofeo che questa sera sarà consegnato al capitano della squadra vincitrice dal Presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati e le maglie delle due squadre con il numero uno e col suo nome.

All’incontro hanno partecipato il presidente della Federcalcio Gravina, il presidente del Coni Giovanni Malagò, il presidente della Lega Serie A, Gaetano Miccichè, il numero uno degli arbitri Nicchi e il designatore Rizzoli oltre alla squadra arbitrale che questa sera sarà di scena all’Olimpico.

ilnapolista © riproduzione riservata