ilNapolista

Ancelotti: «La critica ci può stare, il falso no»

Sulla maglia di Callejon: c’è un malessere della tifoseria, ci si aspettava qualcosa in più. Però la realtà è questa, siamo una società seria e sana con un progetto

Ancelotti: «La critica ci può stare, il falso no»
L’allenatore del Napoli Carlo Ancelotti ha rilasciato alcune dichiarazioni alla presentazione del libro di Alberto Costa:

La rabbia ultimamente in sala stampa?

«La critica ci sta, il falso no. La critica deve essere obiettiva».

La maglia di Callejón rifiutata dalla curva?

«Probabilmente c’è un malessere della tifoseria, ci si aspettava qualcosa in più. Però la realtà è questa, siamo una società seria e sana con un progetto. Non deve far saltare i conti della società e non può comprare giocatori che costano 10 milioni annui, altrimenti salterebbero i conti e le regole del Fair Play Finanziario non lo permettono. Deve fare il passo lungo quanto la gamba».

Su Younes?

«Ha giocato poco, ora sta recuperando dopo l’infortunio che ha avuto. È un grande talento. La sua ripresa non è assolutamente legata al destino di Insigne»

Su Insigne

«È solo ed esclusivamente un giocatore che sente molto la responsabilità, è un giocatore importante è capitano del Napoli: la responsabilità è una motivazione importante, troppa non va bene però. Dobbiamo aiutarlo, io per primo, a gestire questa responsabilità»

 

ilnapolista © riproduzione riservata