In due anni il Tottenham ha avuto il nuovo stadio: doppio terreno (uno per l’Nfl) e niente denaro contante

Il 3 aprile (con sei mesi di ritardo) l’inaugurazione del White Hart Lane: 800 milioni di euro, 62mila posti a sedere. Si giocherà anche il football americano

In due anni il Tottenham ha avuto il nuovo stadio: doppio terreno (uno per l’Nfl) e niente denaro contante

62mila posti a sedere

Con sei mesi di ritardo – che in Gran Bretagna sono considerati tanti – sono terminati i lavori per la ristrutturazione dello stadio del Tottenham. Il nuovo White Hart Lane sarà inaugurato il prossimo 3 aprile in occasione della partita di Premier contro il Crystal Palace. Un progetto cominciato nel 2017. Quindi in due anni il Tottenham ha realizzato il nuovo stadio.

“The Old White Hart Lane” fu costruito nel 1899, con circa 36mila posti a sedere. Adesso ne avrà 62mila e sarà il terzo stadio più capiente d’Inghilterra dopo Wembley (90mila spettatori) e Old Trafford (76mila).

Uno dei ristoranti all’interno dello stadio

Investimento di oltre 800 milioni

Un investimento di oltre 800 milioni di euro. La cui ristrutturazione ha registrato sei mesi di ritardo. L’inaugurazione era prevista a metà settembre 2018 per il match contro il Liverpool. Ma sono insorti problemi con i sistemi di sicurezza e quindi il Tottenham ha giocato per altri sei mesi a Wembley.

Il Tottenham ha ratificato un accordo con la Nfl (l’American Football League): lo stadio ospiterà almeno due partite all’anno di football americano.

Gli incontri non rovineranno il manto erboso perché si giocheranno su un’altra superficie che è al di sotto di quella destinata al calcio. Lo stadio è costruito in modo che le due superfici siano retrattili.

All’interno dello stadio non potrà essere acquistato nulla in denaro contante, gli acquisti potranno essere effettuati esclusivamente con le carte.

ilnapolista © riproduzione riservata