È nata una stella, Le Iene ci regalano l’Insigne geloso e innamorato

Una performance che ci mostra il lato umano di Lorenzo, in cui finalmente ci si può immedesimare. Alla Totti. Importante dal punto di vista dell’immagine

È nata una stella, Le Iene ci regalano l’Insigne geloso e innamorato

In versione Totti

È nata una stella. Se era la moglie a voler intraprendere la carriera di attrice, almeno nello scherzo de Le Iene, la mezz’ora andata in onda ieri sera su Italia1 ha mostrato che l’attore di casa è un altro. E si chiama Lorenzo Insigne. Il nuovo capitano del  Napoli dovrebbe ringraziare gli autori della trasmissione televisiva che, grazie anche a una performance perfetta della simpaticissima moglie, hanno fornito un’immagine inedita del calciatore del Napoli. Che non possiamo definire antipatico, ma che certamente fa fatica a emergere. Un’immagine in cui finalmente ci si può immedesimare. Ed è questo che mancava all’attaccante azzurro dal punto di vista comunicativo.

Lo scherzo de Le Iene ci ha mostrato Insigne in versione Totti. E Insigne allo stesso tempo umano, molto umano, ma anche freddo, in grado di controllare sé stesso. Pensiamo soprattutto all’ultima scena. Di certo Insigne in versione innamorato che pende teneramente dalle parole e dai gesti della moglie.

La fa dormire sul divano

Lo scherzo (il video lo trovate qui) è basato sulla gelosia. Lorenzo è geloso da morire, racconta la moglie. Lei si è cancellata dai social, lui le controlla il telefono. E allora architettano lo scherzo con un finto regista che le manda un copione (non a caso Madame Bovary), le invia rose a casa, le mostra la foto dell’attore – ovviamente bello – con cui dovrebbe girare le scene “sentimentali”.

È impossibile non immedesimarsi in Insigne che si mostra quasi incredulo per il comportamento della moglie. Si chiude a riccio. La fa dormire sul divano. Osserva e vive quel che gli sta accadendo come se fosse un incubo. Ha tempi da attore consumato. Gioca sulla sua gelosia. Non la nega. Pensa e spera in un rinsavimento della moglie che però non arriva. Non riesce a credere che la moglie davvero possa farsi trascinare da uno sconosciuto che ha l’ardire di chiamarla a casa anche quasi a mezzanotte. E allora perde sempre più il controllo fino alla scena finale che è una chicca.

Un tocco alla sua immagine

Le Iene ci hanno mostrato un altro Insigne. E secondo noi Lorenzo dovrebbe partire da qui. Non gli stiamo chiedendo di fare la macchietta. Ma fin qui non avevamo mai visto il volto umano di un calciatore la cui immagine stava, sia pure impercettibilmente, virando verso l’emisfero dell’antipatia.

Un esempio, Insigne, ce l’ha in casa. Ed è Ancelotti. L’altro lo abbiamo già nominato: Francesco Totti. Insigne ha tutto per crescere anche come personalità fuori dal campo. Le Iene gli hanno fornito un prezioso assist. Le carriere – checché ne dicano i puristi – si costruiscono anche con la propria immagine.

ilnapolista © riproduzione riservata