Anche Sarri al Chelsea ha la sua Saittella

Dopo il pareggio del Chelsea contro il Southampton, piovono critiche su Sarri e sul suo gioco. Antologia dei commenti social contro l’ex tecnico del Napoli.

Anche Sarri al Chelsea ha la sua Saittella

Pareggio col Southampton

Vittorio Zambardino ha creato il Saittella Index per il Napoli. Evidentemente, l’ha pure esportato a Londra, sponda Chelsea, la nuova casa di Maurizio Sarri. I Blues hanno pareggiato 0-0 col Southampton a Stamford Bridge, non è stata una grande partita per la squadra di casa, al quinto stop contro avversari di livello più basso dopo quelli contro West Ham, Everton, Wolves e Leicester.

Ci sono molte traduzioni per “Saittella Index”, dalle parti di Londra potrebbe essere “Sewer Index” oppure “Manhole Index”. Ma basta andare sulla pagina Facebook del club londinese per rendersi conto che il funzionamento è identico. Al profilarsi del risultato negativo, ecco arrivare i critici. Un vero e proprio tornado, che non risparmia niente e nessuno. E che non ha memoria, di quanto fatto in passato. Se l’Inghilterra era (inizialmente) impazzita per il Sarri-ball e per le qualità di Jorginho, ora quei giudizi entusiastici sono finiti nel dimenticatoio. Ed anzi, proprio lo stile di gioco dell’ex tecnico del Napoli, sublimato nel possesso di Jorginho, sono i punti del sistema che vengono massacrati di critiche. Sotto, un’antologia dei commenti tratti da Facebook:

Traduzione

  • Anche se abbiamo perso punti contro Liverpool e Tottenham, le partite in cui avremmo dovuto vincere sono quelle contro West Ham, Manchester United, Everton, Wolves, Leicester, Southampton. Abbiamo perso 11 punti in partite casalinghe. Cosa stiamo combinando
  • Jorginho è un flop come Morata. Non dà nulla alla squadra. Passa costantemente il pallone lateralmente o indietro. Fabregas è entrato in campo e ha costruito due occasioni chiare in 10 minuti di gioco. Sarri perderà il suo lavoro se continuerà ad essere così testardo da far giocare Jorginho e da schierare Kanté come centrocampista d’attacco.

Traduzione

  • Il dominio del campo non ci porterà da nessuna parte. Più di 700 palloni giocati, 70% di possesso palla e il risultato è uno 0-0 frustrante. Sarri deve cambiare il suo stile di gioco, mentre gli attaccanti aspettano il pallone Jorginho è ancora lì a passarla indietro. Come la Spagna ai Mondiali 2018.
  • Sono stupidi coloro che giudicano il gioco di Sarri in base a prestazioni come quella contro Liverpool o Manchester City. Queste sono le partite in cui dovremmo giudicare il Chelsea, e non riusciamo a distruggere Southampton e Crystal Palace.
  • Mister Sarri sembra più interessato al possesso palla piuttosto che ai gol. In questo modo non vincerà molte partite, come abbiamo già dimostrato in diverse occasioni. Il Chelsea getterà via la Champions League, sarà superato da da United e Arsenal. Sarri dice che non richiamerà Abraham. Su quale pianeta vive quest’uomo?
  • E l’amante delle sigarette dice che non ci serve un attaccante a gennaio.

Traduzione

  • Solidarietà a Fabregas ed Emerson. Il manager non riesce a gestirli, il nostro calcio è prevedibile e finiremo per farci superare da Arsenal e Manchester United. È frustrante guardare una squadra che gioca per passarsi la palla piuttosto che cercare di fare gol.
  • Abbiamo bisogno di muovere la palla più velocemente. Il Chelsea impiega troppo tempo ad arrivare in avanti. Se guardi le squadre migliori delle ultime stagioni: Liverpool, Manchester City, Real Madrid. Tutte squadre che partono dalla difesa e spostano rapidamente la palla a centrocampo. Costruiamo lentamente e consentiamo alle squadre avversarie di rientrare in difesa. Quindi dobbiamo fare passare dalla cruna di un ago per superare le difese avversarie. Il nostro miglior giocatore non può utilizzare le sue abilità in quanto non ha spazio. assare circa. Willian ha l’abitudine di prendere la palla e rallentare il gioco. Così fa anche Jorginho. Penso che sia per questo che Morata soffra in avanti. si dibatte. Gli allenatori avversari hanono capito come gioca il Chelsea. È così ovvio, è al 100% il nostro tallone d’Achille.
  • 90 minuti e più senza senso dell’urgenza. Il nostro portiere ha passato corto anche durante il recupero.

Insomma, le dinamiche di Napoli e dell’Italia che si riproducono anche in Inghilterra. La critica al gioco che entra in azione quando mancano i risultati. Finora, l’esperienza di Sarri al Chelsea è da giudicare in maniera positiva, soprattutto perché è alla prima stagione di un progetto di rivoluzione totale. Eppure qualcosa non sta funzionando come si aspettavano a Londra. E il Saittella non perdona. Neanche da quelle parti.

ilnapolista © riproduzione riservata