Emery cambia l’Arsenal e batte 2-0 il Chelsea di Sarri

Nuovo assetto tattico e vittoria semplice. I Gunners a meno tre dai Blues (con lo United). I gol nel primo tempo. Per il Chelsea un palo e il possesso palla

Emery cambia l’Arsenal e batte 2-0 il Chelsea di Sarri

L’Arsenal e lo United si riportano a meno tre

Finisce 2-0 il derby londinese tra Arsenal e Chelsea. Un derby tutto sommato senza storia, che l’Arsenal conduce in porto senza soffrire. È bastato un primo tempo dominato per segnarne due alla squadra di Sarri per poi controllare piuttosto comodamente nella ripresa. Per Sarri un altro derby perduto dopo quello 3-1 contro il Tottenham.

Una partita senza particolari sussulti. Non spettacolare come quella dell’andata, quando l’Arsenal inizialmente dominò ma il Chelsea andò avanti di due gol e poi, dopo il pareggio di Gunners, ebbe la forza di vincerla con Marcos Alonso.

Questa sera, all’Emirates, meno fuochi d’artificio. È stata una partita su ritmi più “umani”. All’Arsenal sono bastate poche accelerazioni. La squadra di Emery si giocava molto, doveva vincere per tornare a meno tre e rimanere in corsa per un posto in Champions. Corsa alla Champions in cui ormai è rientrato anche il Manchester United che con la sesta vittoria consecutiva in campionato si sono portati a meno tre dal quarto posto.

Aspettando Higuain

Aspettando Higuain, Sarri ha piazzato nuovamente Hazard al centro dell’attacco con Giroud in panchina e Morata – ridotto a brocco – in tribuna. Pedro e Willian sugli esterni. Nonostante le recenti polemiche, Jorginho è stato riproposto al centro della mediana con risultati discutibili.

La novità è arrivata da Emery che invece ha cambiato la squadra dal punto di vista tattico; ha sfoderato il rombo a centrocampo e ha puntato come al solito su Aubameyang e Lacazette con Ramsey alle loro spalle; il gallese gioca un ottimo primo tempo.

I due gol nel primo tempo

L’Arsenal, come dicevamo, risolve il match facilità. Va in vantaggio al 14esimo con Lacazette molto bravo in area ad addomesticare un pallone a scaraventarlo alle spalle di Kepa. La reazione del Chelsea, di fatto, non c’è. I Blues si limitano a uno scolastico possesso palla che non mette mai in difficoltà gli avversari che invece pungono con i loro cambi di ritmo. Dopo la mezz’ora, l’Emirates quasi si scioglie per una girata al volo in area di Aubameyang, girata che esce di pochissimo. Qualche minuto e arriva il raddoppio di Koscielny grazie a un fuorigioco sbagliato dei Blues. Il difensore gira di spalla in porta. Nel finale l’unico sussulto del Chelsea con un colpo di testa di Marcos Alonso che finisce sul palo.

Nel secondo tempo, il Chelsea prova a premere ma di fatto non si rende mai pericoloso. Leno non compie nemmeno una parata. Le occasioni più pericolose capitano ancora sui piedi dell’Arsenal. Ai Blues resta la vittoria nella percentuale di possesso palla.

Sugli spalti un tifoso dell’Arsenal ha esposto un cartello irridente nei confronti di Sarri e dello scudetto perso in albergo.

ilnapolista © riproduzione riservata