Icardi attacca la Gazzetta: «Quante cag… su Wanda Nara»

L’attaccante dell’Inter replica a muso duro a un articolo della Rosea, parla del contratto e dice che sarà sempre la moglie a curare i suoi interessi

Icardi attacca la Gazzetta: «Quante cag… su Wanda Nara»

Tre squilli sui social

Mauro Icardi non le ha mandate a dire alla Gazzetta dello Sport. Oggi il quotidiano sportivo ha pubblicato un articolo in cui ha riportato la richiesta dell’Inter al calciatore, richiesta di cambiare il procuratore che oggi è la moglie Wanda Nara. E anche la frase: “Sopportato a fatica il doppio ruolo della moglie, oltre ad alcuni video oseé”. Icardi l’ha toccata piano, per dirla alla Gialappa’s, con due tweet piuttosto diretti. Il primo durissimo nei confronti della Gazzetta. Il secondo rivolto a tutti:

“Voglio chiarire a tutti i tifosi che leggono pseudogiornalisti e giornali “seri”, che scrivono senza sapere o danno istruzioni di scrivere senza avere una reale idea dei fatti, che il mio rinnovo avverrà nel momento in cui l’Inter mi sottoporrà un’offerta corretta e concreta”.

“Inoltre, ci tengo a precisare che sono molto, ma molto felice e soddisfatto del lavoro che abbiamo svolto insieme finora. Per questo sarà sempre Wanda Icardi a curare i miei e nostri interessi fino a fine carriera”.

Il sessismo

È incredibile quanto dia fastidio Wanda Nara nel mondo del calcio. È compito del procuratore provare in ogni modo a strappare le condizioni più vantaggiose per il proprio assistito. Con Wanda Nara entrano in gioco anche altre componenti. Su tutte, ovviamente, il sessismo. In particolar modo in un mondo arretrato come il pianeta calcio. Non solo in Italia.

ilnapolista © riproduzione riservata