De Laurentiis: «Il pari col Chievo? Avrei tanto da dire, ma non voglio destabilizzare lo spogliatoio»

Le parole di De Laurentiis: «Ancelotti ha detto che se usciamo siamo dei coglioni? Ha ragione, vincere in Europa è più complicato».

De Laurentiis: «Il pari col Chievo? Avrei tanto da dire, ma non voglio destabilizzare lo spogliatoio»

L’intervista a Palazzo Petrucci

Aurelio De Laurentiis intercettato dai giornalisti all’ingresso di Palazzo Petrucci, prima del pranzo ufficiale con i dirigenti della Stella Rossa: «50mila allo stadio stasera? Non credo che saremo in 50mila, a me ieri sera risultavano 41mila persone, adesso vediamo in queste ultime ore come evolverà il numero».

Ancelotti ha detto: “Se non passiamo siamo dei coglioni”. Il commento di De Laurentiis: «Ha ragione, ha sempre ragione. Perché lo scudetto prima o poi si può vincere. Trionfare in Europa è molto complicato, per tante ragioni. La telefonata-rito di questa mattina? Non ho voluto chiamarlo. Per due volte abbiamo pareggiato, ho preferito cambiare strategia».

Il possibile uomo decisivo? «Stasera sarà la squadra a vincere, non è il singolo. Molto spesso giornalisti e tifosi ripongono speranze in qualcuno, quando invece sono solo sollecitazioni eccessive. Un giocatore deve scendere in campo senza pressione, per divertirsi. Così può diventare il vero campione decisivo. Se tu fai un gol è perché la squadra gioca perché tu possa segnare».

Quattro italiane verso gli ottavi: «La Spagna si è un po’ sgonfiata, la Germania non è più quella di prima. In Inghilterra c’è poca costanza da parte di alcune squadre. Il calcio è in continuo movimento, e questo è il bello».

De Laurentiis sulla Stella Rossa: «Solo dei cretini sottovalutano una squadra con uno stadio così caldo. Contro il Liverpool, non a caso, hanno vinto 2-0. Belgrado è come la fossa dei leoni, non è facile. Noi non abbiamo perso, siamo in condizione di superiorità rispetto alle altre. Molto spesso si dice “non si è segnato”, ma è importante anche non prendere gol. Ora siamo primi, stasera vedremo come andrà».

Il passaggio a vuoto con il Chievo: «Avrei tante cose da dire, ma non voglio destabilizzare il mio spogliatoio».

ilnapolista © riproduzione riservata