Fair Play Finanziario, la Uefa ha congelato i ricavi “europei” del Milan

La Gazzetta e il presidente Scaroni spiegano: «Ci hanno trattenuto i ricavi di Milan-Betis, finora sono circa 2,5 milioni in vista delle sentenze».

Fair Play Finanziario, la Uefa ha congelato i ricavi “europei” del Milan

Il passivo da 126 milioni

Il Milan ha approvato l’ultimo bilancio, quello del profondo rosso da 126 milioni. La Gazzetta dello Sport ha spiegato come il club rossonero affronterà i prossimi step: «Il buco sarà ripianato da Elliott, con versamenti in conto capitale per 170 milioni di euro. Rispetto alla precedente gestione il problema però è diverso: non si tratta più di capire se e come l’azionista di riferimento è in grado di sostenere il club, ma di come i conti rossoneri sono visti ai piani alti della Uefa».

Questo è stato l’argomento dell’assemblea dei soci di ieri, che ha visto intervenire anche il presidente Paolo Scaroni. Uno dei primi argomenti toccato dal massimo dirigente rossonero riguarda lo stadio, San Siro dovrebbe continuare ad essere condiviso tra Inter e Milan. Queste le parole di Scaroni: «Essere in due comporta una serie di vantaggi, fra cui i costi di realizzazione e gestione dimezzati, anche se diminuisce il grado di libertà. Mi piacerebbe prendere una decisione entro l’anno».

Gli sponsor (e la Cina)

Un altro punto importante riguarda le sponsorizzazioni: «I nostri ricavi sono sostanzialmente fermi al 2003. Dobbiamo crescere, i contratti di sponsorizzazione andranno di pari passo con il miglioramento dei risultati sportivi. Ad oggi consideriamo ancora la Cina come un mercato fondamentale, ma ciò che ciò che è stato fatto non ci ha portato nulla, anzi ci ha dato cattiva reputazione. Abbiamo deciso di spostare la sede da Pechino a Shanghai come segnale di discontinuità. Cina sì, ma con un approccio diverso».

I rapporti con la Uefa

Infine, il tema più caldo: i rapporti con la Uefa. Proprio in virtù di un rapporto ancora tutto da definire, la confederazione internazionale ha congelato i ricavi collegati alla partecipazione in Europa League. Le parole del presidente: «Dovremmo conoscere la pena entro fine anno. Nell’attesa, la Uefa ha attuato nei nostri confronti una sospensiva temporanea di premi e ricavi che ci spettano dall’Europa League. Per esempio, i ricavi del match contro il Betis non potremo metterli a bilancio perché ci vengono congelati. Per ora, ci hanno trattenuto circa 2,5 milioni». La situazione non è facile, ed attende la sua evoluzione.

ilnapolista © riproduzione riservata