Barcellona-Real Madrid 5-1: dominio blaugrana, tripletta di Suarez, Lopetegui out

Barcellona sul 2-0 già nel primo tempo, il Real riapre i giochi nella ripresa ma poi crolla sotto i colpi della squadra di Valverde. Ora tocca a Conte?

Barcellona-Real Madrid 5-1: dominio blaugrana, tripletta di Suarez, Lopetegui out

Il momento di Conte?

Barcellona-Real Madrid 5-1. Basterebbe così, invece c’è tanto da raccontare nel pomeriggio del Camp Nou. Intanto, il destino segnato di Julen Lopetegui: il tecnico basco del Real Madrid sarà presumibilmente licenziato nelle prossime ore, al suo posto i media spagnoli danno per fatto l’arrivo di Antonio Conte. L’esonero si impone, non fosse altro che per i risultati del Madrid: un punto nelle ultime cinque partite di Liga, una sconfitta inopinata anche a Mosca, in Champions.

E poi questo Clasico, dominato nel primo tempo da un Barça straripante. La partita si apre con il meraviglioso gol di Coutinho, trovato a centro area da Jordi Alba. Il terzino ex Valencia viene servito in verticale da Rakitic, tutto veloce, tutto perfetto, Courtois può fare poco. Il raddoppio pochi minuti dopo, che i padroni di casa hanno continuato ad attaccare: fallo di Varane su Suarez, l’arbitro non fischia il rigore e poi interviene il Var. È una controdecisione storica, la prima in un Barcellona-Real Madrid. Rigore assegnato, Suarez dal dischetto, 2-0 e partita che sembra finita già alla metà del primo tempo.

Il palo di Modrid

Sembra finita, perché il Real rientra in campo nell’intervallo e riapre tutto. Anzi, trova il primo gol con Marcelo (batti e ribatti in area) e pochi minuti dopo va vicino al pareggio. Non vicino, di più: Modric dall’interno dell’area, tiro a botta sicura, palo interno e palla che esce fuori dalla luce della porta. ter Stegen fortunato, da lì in poi è (di nuovo) dominio blaugrana.

La partita era già stata segnata da Suarez, che nella ripresa entra nella leggenda. Prima sfrutta un cross al centro di Sergi Roberto con un’incredibile torsione di testa, senza stacco; poi arriva a tu per tu con Courtois e lo beffa con un sontuoso tocco sotto. Lopetegui le ha già provate tutte, è stato costretto a cambiare anche Marcelo, sostituito da Mariano Diaz. Tutto inutile, perché anche i cambi funzionano meglio per la squadra di Valverde: Dembélé e Vidal confezionano il 5-1, assist del francese e colpo di testa del cileno. Il primo gol con la maglia del Barcellona è quello della manita, che probabilmente cancella il nome di Lopetegui dalla storia del Real Madrid. Risultato forse più ampio rispetto alla reale distanza tra le due squadre, ma le merengues hanno difeso malissimo e giocato ai loro livelli per pochi minuto, all’inizio della ripresa. Troppo, troppo poco.

ilnapolista © riproduzione riservata