Napoli-Fiorentina 0-0, il primo tempo: Ancelotti presenta il 4-4-2

Napoli-Fiorentina è partita di sperimentazioni tattiche: Insigne si muove come seconda punta, Zielinski esterno asimmetrico a sinistra.

Napoli-Fiorentina 0-0, il primo tempo: Ancelotti presenta il 4-4-2

Un primo commento

Napoli-Fiorentina, la formazione a sorpresa di Ancelotti era davvero a sorpresa. Per gli amanti dei numeri, la squadra azzurra ha giocato secondo lo schema 4-4-2, con Insigne e Mertens in avanti e un centrocampo a quattro spurio, asimmetrico, con Zielinski esterno a sinistra e Callejon a destra; Hamsik e Allan cerniera centrale. È un’idea assolutamente nuova per il Napoli, Ancelotti ha evidentemente lavorato su questa novità durante la settimana. L’idea è quella di avere dei riferimenti fissi in fase passiva, e di alternare lo stile della manovra d’attacco: Insigne lavora da seconda punta classica, si muove spesso a legare i reparti come ad allungare il gioco, alla ricerca della profondità. Mertens è apparso più statico, forse più stanco, esattamente come Zielinski, spesso impreciso nel controllo dopo dei movimenti ad accentrarsi.

Le occasioni sono poche, c’è un tiro di Insigne dall’interno dell’area; ancora Lorenzo con un buon pallonetto su pallone in profondità; l’azione più bella si sviluppa sull’asse Zielinski-Callejon, il pallone del polacco arma il tiro al volo di José ma la palla esce di poco fuori alla destra di Dragowski. Per la Viola, un tiro ribattuto di Benassi e una buona conclusione a giro di Chiesa dopo una palla persa di Allan.

Le sensazioni sono contrastanti: Napoli-Fiorentina è una partita tra due squadre evidentemente in costruzione, ancora alla ricerca della loro dimensione migliore. Ancelotti ha tante opportunità per cambiare (ancora) qualcosa nella ripresa, interessante capire come si potrà evolvere l’idea iniziale del 4-4-2 asimmetrico varato per questa partita.

ilnapolista © riproduzione riservata