Se la palla la prende di mano Chiellini, non è meritevole di ammonizione

La cronaca del tifoso di Juve-Napoli. Era una partita difficile, l’abbiamo persa e resta l’amaro in bocca perché l’avevamo gestita fino al pareggio.

Se la palla la prende di mano Chiellini, non è meritevole di ammonizione

Stamattina, al bar, si parlava di come Ancelotti avrebbe schierato la formazione, al panificio si discuteva della competenza e affidabilità di Banti, in pescheria si salutava dicendo “allo’, stasera che facimmo?”, in enoteca si sceglievano eventuali bottiglie da aprire nel caso le cose andassero come speriamo, il tabaccaio parlava solo di Ancelotti e il portiere continuava a raccontare a ripetizione,  tipo il cavalluccio rosso di Bellavista, il gol di Kalidou dell’anno scorso. Io, personalmente, quando mi sono alzato mi so messo la maglietta col gol di Kalidou e mo aspetto con la speranza di poter esultare di nuovo come l’ultima volta.

Insomma, sta partita nisciuno ‘a steva aspettanno

Minuto 0’ –           È vero che è diventato impossibile ingarrare la formazione ma, quando il gioco si fa duro, in campo scendono i duri.

Minuto 1’ –           Primo tocco e Pjanic subito testa l’arbitro provando un fallo di mano.

Minuto 3’ –           Fallo laterale fischiato al contrario. Accummenciammo bbuono!

Minuto 6’ –           E il palo di questa partita ce lo siamo levato davanti. Porca di una miseria zozza

Minuto 8’ –           Stu fatto che siccome stiamo senza portiere giochiamo solo nella metà campo avversaria mi piace assai

Minuto 9’ –           E invece Ospina c’è.

Mamma mia bella siamo in vantaggio, stiamo vincendo!

Minuto 10’ –        ‘O munaciello mio! ‘O munaciello ha segnato a Torino! E nun ce sta manco ‘o fuorigioco di Calleti. Jatevenne ottanta minuti ‘ncoppa ‘a bandierina! Mamma mia bella nun ce credo! Avanti così, non vi fermate. Giocatela con la calma del mister.

Minuto 15’ –         Mario Rui che fa i giochetti alla Maggio mi fa quasi commuovere.

Minuto 20’ –        Ma i portoghesi si possono alzare da terra senza problemi? A Mario Rui l’hanno lanciato per aria due volte in trenta secondi. No perché se è così, un portoghese lo tengono pure loro.

Minuto 21’ –        Lo spirito di Renica si impossessa di Ospina che di testa, fuori area,  risolve una situazione scomoda.

Minuto 23’ –        Art. 745 coma 3 del regolamento del giuoco del calcio: se la palla la prende di mano Chiellini, l’intervento falloso non è meritevole di ammonizione.

Minuto 26’ –        Hysaj stava giocando accussì bellillo e s’è fatto fregare sulla fascia. E pure Kalidou che lascia Mandzukic da solo non mi pare che abbia fatto una scelta troppo saggia. Ma adesso riprendiamo a giocare.

Ospina c’è ancora!

Minuto 28’ –        Nun ‘a voglio guarda’. Sta punizione è  quasi ‘nu riogore. Mamma mia bella. E tutti gli altri a levarla dalla linea. Torniamo a giocare di la, per piacere.

Minuto 32’ –         Guagliu’ nun c’ammusciammo, stiamo inziando a sbagliare troppi appoggi facili. Non siamo più abituati a vedere questi errori.

Minuto 35’ –        Ronaldo fa più balletti di Zuniga ma Kalidou non ci casca e gli leva ‘o pallone troppo bello.

Minuto 40’ –        Cristia’ chillo è Kalidou, se ti ci meni ‘ncuollo e come lanciarsi su un palo della luce. Senza ca ce provi.

Minuto 43’ –        Mario Rui ha imparato da Ronaldo il doppio passo in nazionale e da Insigne il tiraggiro a Castelvolturno.

Minuto 46’ –        Primo tempo a due facce. Abbiamo dominato fino al ventesimo, abbiamo spantecato per il resto del tempo. Ma noi crediamo in Carletto e un minimo di tranquillità ci resta lo stesso.

Minuto 47’ –        Mannaggia Lorenzo da solo in mezzo a cinque di loro. Ma dove siete tutti?

Minuto 49’ –        Una volta che il palo ci aveva aiutato, una volta e la palla dove finisce? Sui piedi di Mandzukic. Ma che ciorta ‘nfame, nun se po’ credere.

Minuto 53’ –        José non ti fermare! Se non fischia continua a giocare che così andiamo in difficoltà!

Minuto 55’ –        Non si capisce perché Hysaj viene ammonito e Cancelo no.

Cartellini solo a noi

Minuto 58’ –        Vabbè c’era da aspettarselo. Dybala sempre a terra e la finiamo in dieci. Che assurdità.

Minuto 63’ –        Malcuit si presenta con un fallo. Strano che non sia stato ammonito.

Minuto 68’ –        Grande Kalidou che se ne va in mezzo a quattordici di loro, si procura una punizione e costringe Banti ad ammonire Cancelo.

Minuto 72’ –        Ma come è possibile? José non le sbaglia quelle palle li! Armadius l’aveva messa in porta porco infame. Forza guagliu’, crediamoci e non ci mettiamo paura. Chi se mette appaura nun se cocca cu ‘e femmene belle.

Minuto 74’ –        Ma cazzarola, questo, se lo faceva uno dei nostri veniva ammonito. Visto che è Bonucci niente cartellini. E chisto mo segna lui. È la regola del rosso mancato.

Minuto 76’ –        Io sulo ‘nu terno nun piglio. Ma jatevenne addo’ sapite.

Minuto 81’ –        Chissà se pure tutti i napoletani juventini che stanno allo stadio stanno cantando Napoli usa il sapone.

Minuto 85’ –        Ecco che provvediamo a pareggiare i cartellini, quando non serve più ma, almeno, agli atti, resterà che sono stati ammoniti anche loro.

Minuto 88’ –        Pure Armadius si arricetta sul pallone e allora si capisce che la serata che sembrava iniziata bene, in realtà, è ‘na serata storta.

Minuto 91’ –        Tiriamo contro un muro. Fuori la loro area ormai, più che calcio, sembra che giochiamo alla pelota basca.

Minuto 95’ –        Era una partita difficile, l’abbiamo persa e resta l’amaro in bocca perché l’avevamo gestita fino al pareggio. Poi, in un modo o nell’altro, siamo arretrati e ci siamo fatti scamazzare dai loro campioni e da qualche decisione discutibile. Ma mancano ancora 31 partite, 93 punti e non dobbiamo fare altro che provare a riempire il solco che si è aperto. Sarà dura, durissima ma il nostro dovere è provarci.

#forzanapolisempre

 

ilnapolista © riproduzione riservata