I club di Serie A potranno apporre uno sponsor sulla manica della divisa ufficiale

Arriva il quinto marchio sponsor sulle maglie di Serie A, i club l’avevano chiesto all’unanimità. Confermata (e regolamentata) la fascia di capitano unica.

I club di Serie A potranno apporre uno sponsor sulla manica della divisa ufficiale

Richiesta accolta dalla Figc

Qualche giorno fa abbiamo scritto del (crescente) successo del back shirt sponsor, ovvero l’applicazione di un marchio sul retro della maglia delle squadre di Serie A. Oggi arriva una ulteriore notizia di “estensione”: i club del massimo campionato italiano potranno apporre uno sponsor sulla manica della divisa ufficiale. La Figc ha dato il via libera per questo nuovo esperimento, dopo che le 20 società avevano posto la richiesta all’unanimità nelle ultime assemblee. Sarà il quinto marchio commerciale sui kit ufficiali.

Ecco il comunicato della Figc che dà il via alla nuova rivoluzione: «Le società della Lega Nazionale Professionisti Serie A possono utilizzare: sulla manica sinistra della maglia uno spazio per la pubblicità di un solo sponsor commerciale delle dimensioni fino a 100 cm2». La manica “utilizzata” sarà la sinistra, perché sulla destra trova posto la patch ufficiale della Serie A.  Lo sponsor di manica era già stato adottato dai club di Bundesliga, Ligue 1, Liga e Premier League. Calcio&Finanza ha spiegato che gli accordi di alcune società inglesi sono arrivati a valere circa 10 milioni di euro a stagione.

Sempre rimanendo nella zona del braccio sinistro dei calciatori, la Lega ha chiarito che la fascia di capitano resterà unica. Tutti i capitani di Serie A potranno indossare solo il modello fornito dalla Lega. La regola vale per Coppa Italia, Supercoppa Italiana e campionato Primavera 1. Tra gli altri, Papu Gomez e De Rossi avevano deciso di non seguire l’indicazione della Lega, che però ora è stata regolamentata in maniera ufficiale. Nuove infrazioni potrebbero portare a sanzioni. In ogni caso, la Lega ha specificato che si potranno creare fasce celebrative per alcune partite speciali.

ilnapolista © riproduzione riservata