Dopo 15 anni, Ilaria D’Amico lascia Sky. Via anche Massimo Mauro

Lascia proprio quando il compagno Buffon abbandona la Serie A. L’emittente prova a depotenziare il livello (alto) di juventinità dell’emittente

Dopo 15 anni, Ilaria D’Amico lascia Sky. Via anche Massimo Mauro
Ilaria D'Amico

Al suo posto Diletta Leotta

Se non è una rivoluzione, poco ci manca. Sky Sport si sta attrezzando per non essere più – o non essere più in modo smaccato – un feudo della Juventus. Fanpage scrive e anticipa che dopo quindici anni Ilaria D’Amico potrebbe lasciare l’emittente di Murdoch. Ironia della sorte, lascerebbe proprio quando il suo compagno Buffon abbandona la Serie A: il prossimo anno giocherà nel Paris Saint-Germain. Al posto di Ilaria D’Amico dovrebbe esserci Diletta Leotta. Anche se Alessandro Bonan, che la sostituì quando lei andò in maternità, ha lasciato un buon ricordo.

Anche Massimo Mauro potrebbe non andare più in video. Sarebbero due avvicendamenti storici, a conferma che la juventinità palese di Sky Sport era diventata un problema anche ai piani alti dell’azienda. La speranza è che si possa così riscontrare più obiettività, soprattutto in alcune trasmissioni. Sono comunque tante le voce autorevoli e attendibili, ricordiamo Daniele Adani, Paolo Condò, Billy Costacurta, Massimo Ambrosini.      

 

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Francesco Tomassini 14 luglio 2018, 13:45

    Finalmente cominciano a fare un po’ di pulizia.. Ora manca solo che se ne vanno via De grandis, Marcheggiani, Marocchi e soprattutto la coppia di fenomeni Caressa-Bergomi… E forse diventerebbe una trasmissione seria competente e priva di prese in giro… Ma credo sarebbe troppo. Sperare non costa nulla

  2. Credo che la “juventinità” dei commentatori di Sky sia una conseguenza di ciò che è il campionato italiano e non fine a se stessa. D’accordo, Agnelli siede del board di questa paytv, ma il problema, come al solito, è a monte. Nella lettera allegata alla mia disdetta a Sky, inviata il giorno dopo della conclusione dell’ultimo campionato, nel dichiararmi stufo di farmi prendere in giro per un esito del tutto “falsato” (per usare un garbato eufemismo) di tale campionato, scrivevo che comprendevo di come la faziosità dei sedicenti commentatori della paytv era obbligata. Sky vive degli abbonamenti dei tifosi, della loro passione, passione che, però, nel mio caso, non mi ha impedito di capire (anche se in ritardo, ma avevo sperato nel VAR, lo ammetto) tutto il marcio che c’è anche nel campionato di calcio, di certo non sono stato l’unico, e che quest’anno si è manifestato in maniera lapalissiana. Orsato per juve Inter e Mazzoleni per Fiorentina Napoli, solo per citare gli ultimi episodi in ordine di tempo di un campionato costellato di “sviste” sempre a senso iunico, hanno fatto di più che consegnare lo scudetto ai non colorati, hanno inviato un chiaro messaggio: “non sognatevi neppure di vincere lo scudetto contro la juve”. Un po’ come, a livelli ben più seri e gravi, una cosca fa saltare in aria con un quintale di tritolo l’azienda di chi non paga il pizzo. Basterebbe, diciamo così, incendiarla ma l’esplosione con la dinamite è una firma (l’incendio, a volte, può essere accidentale) e un monito “non sognatevi neppure di mettervi contro di noi”. Bene. Messaggio ricevuto. Nel preciso momento in cui Orsato e Mazzoleni cucivano l’ennesimo scudetto su quella maglia a strisce, strappavano il mio abbonamento a Sky. Da quanto detto, secondo la mia opinione, potrebbero mai i sedicenti commentatori di Sky dire che il campionato è “leggermente” taroccato? Magari aprendo gli occhi a quei pochi che ancora non lo hanno capito? Ovviamente no. Ed ecco allora che i sedicenti commentatori devono provare a convincerci che la juve vince non perché spudoratamente aiutata ma perché è più forte. Da qui l’alto livello di juventinità delle trasmissioni cosiddette sportive di Sky. Poi, come sanno tutti gli esperti di marketing, solo chi crede nel prodotto che cerca di vendere riuscirà a venderlo davvero e questo spiega la presenza di certi personaggi dalla D’Amico a Mauro.

  3. Giustino Catalano 28 giugno 2018, 3:46

    E chi se ne frega . Andassero a cogliere pomodori specialmente Massimo Mauro .. un perfetto incompetente e puro presuntuoso

  4. articolo fondamentale…..

  5. Angelo Trocchia 27 giugno 2018, 17:08

    Ma quanto è bello quando i nostri ospiti tifosi del team-Sky in maglia b/n ci fanno visita. Un po’ come quelli che (guarda caso spessissimo uomini) corrono a denunciare l’uso della parola “femminicidio” in un articolo. Come quelli che ogni giugno vogliono spiegare a chi fa il pride, e ancora vive ogni giorno la sottile oppressione di dover “glissare” sulla propria identità di genere o sul proprio orientamento sessuale, che è solo una carnevalata. E tralascerei su quelli che si sentono “infastiditi” (chissà come mai?) dalla festa di liberazione nazionale dal nazi-fascismo, cioè il 25 Aprile.

  6. Francesco Sisto 27 giugno 2018, 16:17

    Intanto tutti i pseudo giornalisti pronti a linciare Maradona, ma quando Buffon dice che l’arbitro ha un bidone della spazzatura al posto del cuore, se ne stanno zitti e mettono la testa nella sabbia, quando persino non lo giustificano ‘bisognacapirlo, la delusione…”
    Mi fanno vomitare!
    Sempre forza Diego.

  7. Ormai il loro sporco lavoro lo hanno fatto. Nasceranno altri fenomeni prezzolati.

  8. “juventinità palese”..? ahahah, ma de che? avete sentito, per caso, le telecronache di Caressa e Bergomi..? ma di che state parlando..? ah, un’altra cosa: Costacurta (da voi inserito tra gli imparziali e autorevoli) è da qualche mese in FIGC e non fa più il commentatore.

  9. Diletta Leotta !? Spero di no ….

  10. ‘assa fà ddio

  11. Mauro è più incompetente che imparziale.E ho detto tutto.

  12. ma perché beppone bergomi, caressaforzaroma e sconcerti-odio-la-juve non sono faziosi vero? Mauro se non sbaglio qualche annetto lo ha giocato anche li nella cittá piú bella del mondo, non mi sembra proprio pro-juve

    • Mario Pansera 28 giugno 2018, 0:36

      Mauro non mi sembra proprio pro-juve… ma dove vivi? in papua nuova guinea?

  13. Finalmente, un po di faziosità in meno non guasta mai. Guarda è strano che dopo l’addio di Buffon la bella Ilaria abbandoni pure lei non avendo appigli juventini. Mauro? erano troppe le spernacchiate per costui chiara malversazione juventina. A SKY ci sono persone in gamba che esulano dal fazioso, come Adani, Condò un po Marchegiani un po Ambrosini. Mauro? se le cercata. Uno juventino come Del Piero, si è sempre comportato da signore, signori si nasce.

  14. Mario Fabrizio Guerci 27 giugno 2018, 10:54

    Un processo di dejuventinizzazione.Come sono triste…

  15. Ah finalmente una bella notizia.

  16. rosario frattini 27 giugno 2018, 9:05

    Alesandro Bonan non capisce molto di calcio, o Dio non che sarebbe un problema, ma soprattutto mi sembra più interessato ad un taglio nazional-musicale che tecnico tattico delle trasmissioni che conduce, La liotta mi sembra molto decorativa e poco più.

  17. amempiacujazz 27 giugno 2018, 8:50

    Non illudetevi. Anche se mettessero bruscolotti ai commenti tecnici e ingaggiassero Varriale per dargli la conduzione del programma, “o’ scurett” non lo vincereste ugualmente 😀

    • Lo sappiamo, non sei napoletano, ma almeno sappi come si scrive in napoletano ” ‘o scurett” come tu lo chiami. Documentati bene.

    • Oltre la faziosità dei soggetti dell’articolo è anche la bassa qualità che propinano agli abbonati (lutamente) paganti.

    • Penso che tu abbia ragione. Quelli che alla fine fanno la differenza sono gli Orsato, non certo le D’Amico e i Mauro.

    • dino ricciardi 27 giugno 2018, 14:33

      Continuerete a rubarli gli ” scurett ” ma sono sicuro che non te li godi.

  18. onofrio marino 27 giugno 2018, 7:59

    Era ora!! Specialmente per Mauro, che non ci facciano più sentire nemmeno la sua voce

  19. Vedremo. Io non ci conterei troppo.

  20. Nicola Ricci 27 giugno 2018, 2:33

    Sarebbe Daniele Adani non Gabriele

Comments are closed.