Elogio della normalità di Fabian Ruiz che a Napoli ci viene prima in crociera

Primo approccio di Fabian Ruiz con la sua (probabile) nuova realtà: vive, parla e si muove in un contesto di assoluta semplicità.

Elogio della normalità di Fabian Ruiz che a Napoli ci viene prima in crociera
Foto tratta dal sito di Gianluca Di Marzio

Berretto e occhiali da sole

Le foto sono state pubblicate da Calcionapoli24, insieme alle sue dichiarazioni, e dal sito di Gianluca Di Marzio. Fabian Ruiz è arrivato a Napoli, o meglio ha fatto scalo a Napoli con una nave da crociera ed ha fatto il turista. Berretto, occhiali da sole, normalità. Niente divismi, niente isterie da mercato, anche nel suo modo di parlare. Ha detto che «posso considerarmi come un calciatore del Napoli, ma non so quando l’operazione sarà ufficiale». Tutto lineare, tutto normale, il calcio vissuto con tranquillità.

È una novità assoluta nella rappresentazione e nella narrazione del calciomercato. Soprattutto del calciomercato italiano, che vive da decenni sotto una coltre di polvere e segretezza pari solo all’attesa, all’ansia di lettori e tifosi. Fabian Ruiz è un esempio esattamente opposto, anche come evidenze rispetto al suo mondo. In viaggio con la famiglia, come un ragazzo qualsiasi, niente Maldive o Formentera. Attenzione, chiariamoci: non che la vacanza “da social” o “da favola” costituisca un punto di demerito, un passaporto per l’inferno, solo che non ricordavamo potesse esistere un’alternativa, tra i calciatori. Evidentemente, c’è. E porta addosso la normalità di Fabian Ruiz.

Il racconto di questa giornata normale e particolare è l’estensione del racconto della trattativa di mercato. Un’operazione assolutamente lineare, senza colpi di scena. Il Napoli interessato al calciatore, contatto e pagamento della clausola rescissoria – dopo aver provato a trattare con il Betis per uno sconto. Lui che in pratica dice “ci vediamo presto, è un appuntamento” chiude perfettamente il cerchio. Ora dovrebbe venire il campo, a confermare la bontà di questo trasferimento. I presupposti sembrano positivi, anche da quel punto di vista.

ilnapolista © riproduzione riservata