Sarri è stato un sogno fantastico, ma è finita. Si volta pagina, Ancelotti è un’opportunità unica

Negli ultimi mesi si è accentuato un divorzio inesorabile tra lui e la società. Abbiamo giocato col comandante e i soviet, forse qualcuno ha preso sul serio questo gioco

Sarri è stato un sogno fantastico, ma è finita. Si volta pagina, Ancelotti è un’opportunità unica

Dalla rivoluzione al riformismo

Se non ho capito male, non potendo espugnare il Palazzo con le truppe “pop”, non potendo cioè fare la rivoluzione, ci dobbiamo accontentare di un golpe incruento dall’interno dello stesso Palazzo. Dobbiamo fare dell’”entrismo” l’arma letale? Riformismo contro Rivoluzione? Cambiare e non abbattere lo Stato?

Ci fanno o ci sono? Diciamo la verità: in questi tre anni in molti ci abbiamo giocato, creduto, fatto finta di crederci. Per quel suo atteggiamento, la tuta e la sigaretta, il modo di essere, l’impegno, l’amore dichiarato per Napoli e il Napoli, un po’ tutti abbiamo osannato, santificato il mister. Quante icone di san Gennaro con il viso di Sarri hanno girato sulla rete?

Un antidivo

Un antidivo, un anti tutto. Ma nello stesso tempo un nuovo eroe positivo della città. E chi potrà mai negare la bellezza del gioco del Napoli di Maurizio Sarri? Ma il problema è, è stato che negli ultimi mesi si è accentuato un divorzio inesorabile tra lui e la società.

Con la storia del Comandante, del Soviet, qualcuno forse ha creduto che non si stesse giocando. E del resto anche questa sorta di legittimazione del popolo ricercata, voluta dallo stesso Sarri ha dato corda a questa lettura. Come se davvero il Mister trascendesse la realtà, anzi con questa sua investitura popolare la cambiasse a suo vantaggio.

La mossa del cavallo

Ma la mossa del cavallo di Aurelio De Laurentiis ha riaperto i giochi, ha interrotto questo sogno fantastico. E ha ridato linfa a una squadra che rischiava di perdere la “bellezza” di essere una grande famiglia. Se il Presidente e l’allenatore sono alla frutta, la squadra nel suo insieme ne risente.

Ecco perché oggi si volta pagina. Convinti che la scelta di Carlo Ancelotti sia una opportunità unica, torniamo a sognare e a sorridere. Napoli e i napoletani lo meritano.

ilnapolista © riproduzione riservata