Sampdoria-Napoli 0-0, il primo tempo: vorrei, anzi voglio, ma non riesco

Sampdoria-Napoli, il commento del primo tempo: la squadra di Sarri ritrova parte della sua fluidità di gioco, ma non punge in attacco.

Sampdoria-Napoli 0-0, il primo tempo: vorrei, anzi voglio, ma non riesco

Un primo commento

Sampdoria-Napoli, pronti via e azzurri (gialli) in vantaggio. Segna Mertens, anzi segnerebbe. Se non fosse per un fuorigioco dubbio, che non viene chiarito dal Var. Nel senso: Gavillucci aspetta le indicazioni dalla cabina Var dopo che il suo assistente ha sventolato la bandierina secondo l’algoritmo moderno, solo dopo il tiro di Mertens. La verifica avviene, evidentemente viene ravvisato un tocco di Albiol che libera Dries in fuorigioco. Episodio dubbio, in ogni caso.

Detto questo, c’è una partita da raccontare. Il Napoli sembra più libero mentalmente rispetto a Firenze (non ci voleva molto), ma anche rispetto al match contro il Torino. Il gioco è più fluido, l’unico rallentamento è il pantano sulla fascia di Hysaj, Allan e Callejon. La palla, da quella parte, non scorre. Non è un problema per il Napoli, che come al solito costruisce soprattutto a sinistra. E costruisce bene, fino alla trequarti.

Dopo, è un vorrei ma non riesco. Tante occasioni potenziali, tiri dal limite (soprattutto con Insigne, da un certo punto in poi con turbante), il colpo di testa di Albiol su calcio d’angolo (bravo Belec). Il vantaggio del Napoli sarebbe anche meritato, ma continua il periodo di difficoltà in fase realizzativa. Mertens si è mosso bene, ma è ancora e sempre poco incisivo in zona gol. Ora la ripresa, con la pioggia che continua a cadere su Sampdoria-Napoli. E che non renderà ancora più facile la serata alla squadra di Sarri.

ilnapolista © riproduzione riservata