Politano: «Grande rabbia dopo il no al Napoli, ora sono pronto per un top club»

Quattro mesi dopo le polemiche di mercato, Politano parla in un’intervista alla Gazzetta: «Per me sembrava stesse sfumando una grande occasione».

Politano: «Grande rabbia dopo il no al Napoli, ora sono pronto per un top club»

L’intervista alla Gazzetta

Parla Matteo Politano, e parla quando il calendario segna sabato 12 maggio. Ovvero, a campionato virtualmente finito (per il Napoli, per la Juventus, per il Sassuolo), quattro mesi dopo il suo mancato passaggio al Napoli, e le polemiche per le parole di Marotta su questa trattativa. L’intervista alla Gazzetta dello Sport, inevitabilmente, parte proprio da qui: «La mia rabbia dopo il no del Sassuolo fu una cosa normale, in quel momento pensi sia la grande occasione da non lasciarsi sfuggire. Ci sono rimasto male, e ricordo quanto siano stati travagliati quei giorni. Avevo paura di aver perso la grande chance di cambiare la mia carriera. Ma sono stati bravi Carnevali e Iachini a dirmi le cose giuste e a farmi capire che avrei avuto altre possibilità di arrivare in un top club».

Da lì in poi, Politano ha anche cambiato ruolo: Iachini l’ha reinventato seconda punta. «In questo modo – spiega Matteo – posso seguire il mio istinto. Ho maggiore libertà, e probabilmente
è la soluzione migliore per me. Anche se, naturalmente, mi trovo molto bene anche sulla fascia».

Il futuro di Politano in una grande? «Io sono pronto, vedremo se arriveranno offerte. Parlerò con la società e decideremo insieme. Comincerei da riserva in una squadra più importante? Per me è sempre stato così, non sarebbe un problema. Non ho paura di niente. Solo che per adesso voglio finire bene la stagione, sia perché giochiamo contro due grandi squadre come Inter e Roma (io sono tifoso giallorosso…) sia perché sono a quota 9 gol e potrei raggiungere per la prima volta la doppia cifra».

ilnapolista © riproduzione riservata