De Laurentiis: «Uefa e Fifa dovrebbero dipendere dall’Eca, non il contrario»

«È l’Eca che deve pagare la Uefa non è la Uefa che deve dirci quando ci danno per la partecipazione alla Champions o all’Europa League e per tenerci buoni ci danno degli spiccioli. Non siamo dei morti di fame»

De Laurentiis: «Uefa e Fifa dovrebbero dipendere dall’Eca, non il contrario»
Aurelio De Laurentiis

Politica economica

«Ma non è solo una questione di arbitri. L’Eca deve prendere in mano tutto. Deve supervisionare tutto, è l’Eca che deve pagare la Uefa non è la Uefa che deve dirci quando ci danno per la partecipazione alla Champions o all’Europa League e per tenerci buoni ci danno degli spiccioli. Ma noi non siamo dei morti di fame. La Uefa e la Fifa, per esempio, dovrebbero dipendere dall’ECA, noi mettiamo a disposizione 6.000 calciatori, dovremmo avere maggiore voce in capitolo, c’è in gioco la credibilità. In Europa noi italiane abbiamo contro Collina».

Cambiare le regole del gioco

«Io sono molto sportivo, sto al gioco. Se devo tirare fuori le pistole, lo faccio però. Ma cerco di cambiare le regole del gioco. Perché se non diamo credibilità e non diamo spettacolarità a questo nostro calcio sottraiamo pubblico, fino a ritrovarci con i ragazzini che preferiscono i giochi elettronici alle partite di calcio».

ilnapolista © riproduzione riservata