Sarri: «Parlo solo del campo. Se ha influito altro, è un altro limite nostro»

Sarri resiste alle domande su Inter-Juventus: «La nostra peggior partita della stagione, non abbiamo reagito alle difficoltà. Certo in Inghilterra è diverso»

Sarri: «Parlo solo del campo. Se ha influito altro, è un altro limite nostro»

Reagire alle difficoltà

La conferenza stampa di Sarri al termine di Fiorentina-Napoli 3-0

È stata persa ieri sera questa partita? 

«Se si entra in questi tipo di meandri, va bene tutto e il contrario di tutto. È difficile dire se ha influito o meno. Non mi interessa neanche, mi interessa il campo. Ci siamo persi davanti alle difficoltà, invece oggi non abbiamo reagito alle due difficoltà:  l’espulsione di Koulibaly e il gol dello svantaggio. Dal punto di vista nervoso ci siamo persi completamente. Siamo una squadra che di solito è molto brava a reagire. Anche se martedì penso un po’ di arrabbiarmi. Ci siamo persi davanti all’assenza del centrocampista centrale, ci siamo persi dal punto di vista nervoso e abbiamo trovato una squadra che ha giocato bene».

Tanti tifosi non credono più nel calcio italiano, come si recupera la credibilità?

«Pensando solamente al campo, io non voglio pensare a niente altro. Senza secondi pensieri. Se c’è una cosa che ci aiuta nella vita, è che tutto finisce, quindi prima o poi… È chiaro che poi vedere il campionato inglese in cui ogni anno vincono squadre diverse, le squadre che crescono vengono viste con amore. Da noi è diverso, da noi in tanti tifano per squadre che sanno che non vinceranno mai. Lo dico sempre: impoverire il sistema alla fine fa impoverire anche i ricchi

I napoletani si aspettano qualcosa da Maurizio Sarri, quanto ti ha bruciato, quanto ha influito?

«Abbiamo perso facendo una brutta prestazione. Io ho l’obbligo di parlare della brutta prestazione senza andare oltre, Sennò, sarebbe una polemica spicciola. È stata la peggiore prestazione della stagione. Tutto il resto sarebbe un’excusatio. Oggi non è il momento, vanno ringraziati i tifosi. Non essendo una macchina, a volte vengono fuori prestazioni di questo livello.

Siparietto con Titti Improta: “Calma con la domanda, perché abbiamo fatto casino l’ultima volta…”

Domanda: Quanto ha influito la partita di ieri sera?

«È possibile che sia successo ma se è successo è un altro limite nostro. Dal punto di vista tattico, la mancanza del centrocampista centrale ci ha fatto perdere palleggio, non siamo abituati. A livello di volontà, i ragazzi volevano reagire. Ma ciascuno voleva reagire per conto suo. Anche se fosse così, vuol dire che abbiamo un limite e non da poco».

La sostituzione la rifaresti diversa?

«No, abbiamo due attaccanti esterni che un certo tipo di lavoro possono farlo, in altre occasioni lo hanno fatto molto bene. Jorginho era il meno adatto, è quello che soffre di più queste situazioni. Quando il campo si allarga. Non avevamo mai subito inferiorità numerica in questa stagione e forse nemmeno nella precedente».

ilnapolista © riproduzione riservata