Napoli-Udinese 4-2, doppia rimonta: in dieci minuti, il Napoli passa da -9 a -4

A un certo punto di Napoli-Udinese, gli azzurri erano a nove punti dalla Juventus. Albiol, Milik e Tonelli rimettono tutto in gioco, a quattro giorni dallo scontro diretto.

Napoli-Udinese 4-2, doppia rimonta: in dieci minuti, il Napoli passa da -9 a -4

Napoli-Udinese 4-2, doppia rimonta. La Juventus pareggia a Crotone, gli azzurri sono a quattro punti.

Primo tempo

Napoli che comincia bene, che sembra avere buoni spunti e avere le spaziature giuste con Milik centravanti. Una buona occasione per Insigne dal limite, un tiro di Hamsik, poi la squadra di Sarri sparisce. Inizia a pagare l’atteggiamento proattivo dell’Udinese, che pressa benissimo e tiene il Napoli nella sua metà campo. Dai e dai, friulani in vantaggio. Segna Jankto, in posizione dubbia. Il Var convalida, il Napoli sembra sprofondare. Insigne, però, indovina la giocata del primo tempo, supera Nyutinck di slancio e batte Bizzarri con un colpo di biliardo. Primo tempo, Napoli-Udinese 1-1.

La ripresa

Il brutto Napoli del primo tempo è ancora più brutto in apertura di ripresa. L’Udinese attacca e segna, con merito. Gol di Ingelsson, su un altro cross dalla destra. Meritato, giusto. Poi, entra Mertens e cambia la storia. Albiol su calcio d’angolo, Milik dopo il tiro di Callejon deviato da Bizzarri, Tonelli ancora da calcio d’angolo, di testa. Dieci minuti di apnea, esce Milik, entrano Allan e Rog. Il Napoli rischia con Perica, traversa su ennesimo cross dalla destra. Nel frattempo, a Crotone, Simy ha pareggiato Alex Sandro. Sarri è stato per larghi tratti della partita a nove punti dalla vetta. Ne ha guadagnati cinque, in dieci minuti. Il campionato è vivo, l’ha detto Napoli-Udinese.

ilnapolista © riproduzione riservata