Espulsione di Buffon sul rigore decisivo al 93esimo

L’arbitro non ammonisce né espelle Benatia, ma invece sventola il cartellino rosso a Buffon per proteste. Entra Szczesny, ma Ronaldo non si fa intimorire.

Espulsione di Buffon sul rigore decisivo al 93esimo

Ultimo secondo

La Juventus aveva praticamente centrato l’impresa di arrivare ai supplementari. Il cross che taglia l’area di rigore, trova Ronaldo sul secondo palo. La torre del portoghese trova Lucas Vazquez al centro. Benatia torna velocemente sull’esterno del Madrid, lo butta giù e l’arbitro indica subito il dischetto. In un attimo, si scatenano le polemiche dei giocatori della Juventus.

L’arbitro non ammonisce per la seconda volta Benatia, che dovrebbe essere addirittura espulso per fallo da ultimo uomo. Il rosso viene comminato a Buffon, che protesta in maniera veemente. Evidentemente, avrà detto qualcosa di davvero pesante verso l’arbitro. Entra Szczesny, esce Higuain. Ronaldo, dal dischetto, non perdona. Finisce così, probabilmente, la carriera europea del portiere bianconero.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Napolista,quando bacchetterete i tifosi napoletani che grideranno al complotto trovando un comodo alibi,ricordati che indirettamente un contributo lo date anche voi

  2. Per me Benatia con i suoi interventi malandrini doveva restare in campo non più di 15 minuti, invece l’arbitro lo ha graziato e lo ha ammonito solo a fine partita.
    Il rigore era evidente, nitido, indiscutibile, checché ne dicano i commentatori televisivi. E se anche noi ci beviamo le loro manfrine, significa che inconsciamente accettiamo per i bianconeri una corsia preferenziale da parte degli arbitri.
    Sulla “grande partita” della vecchia signora si sta esagerando un mondo: al Real mancava il suo uomo determinante Sergio Ramos. Con lui in campo certamente quei tre regali non li avrebbero avuti.
    Buffon, e forse non solo lui, meritava l’espulsione per l’aggressione verbale al direttore di gara. Lo hanno circondato come usano fare sistematicamente nel campionato, ma evidentemente in Europa questo atteggiamento intimidatorio non è consentito.

  3. Gennaro Russo 11 aprile 2018, 23:49

    Chi di spada ferisce di spada perisce….

  4. Qualcuno spieghi a Benatia che quel fallo poteva farlo contro il Benevento quando c’era un arbitro italiota !!!

  5. @Napolista, ma la partita l’avete vista? Sembra proprio di no (detto da uno che non è juventino).

  6. Che gioia immensaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

  7. Andrea Castaldo 11 aprile 2018, 23:38

    Buffon in questo momento sta rilasciando dichiarazioni farneticanti affermando che l’arbitro non doveva permettersi di infrangere un sogno! Dice che l’arbitro non sapeva con chi aveva a che fare… Ha mancato di sensibilità. Roba da pazzi.

  8. Siete messi male male. Deve essere molto frustrante vedere il calcio così

    • Giuseppe Vecchione 12 aprile 2018, 2:41

      Caro amico, dal mio punto di vista siete voi ad essere messi molto male.
      Deve essere davvero frustrante vedere il calcio nell’ ottica di chi è condizionato dalla vittoria a tutti i costi, col bieco cinismo del conseguimento come unica ragion d’essere.
      Personalmente ritengo che sarà la bellezza (in tutte le sue declinazioni) a “salvare il mondo”, non la cieca competitività.

      • Una squadra gioca alla pari con le big mondiali, l’altra la guarda sperando che perde perché lei non è sufficientemente forte per farlo, ne in italia ne in europa. Invochi o fatturat, ti vedi il Leicester vincere il campionato, la roma battere il barcellona.
        E gioisci quella volta all’anno che la juve perde in europa, dove ripeto, tu giochi con spirito di partecipazione.
        A te capire chi è il frustrato

  9. Hanno ragione i bianconeri!
    Dopo che l’arbitro ha permesso a Benatia di fare di tutto e di più per l’intera partita, alla fine lo punisce assegnando quel rigore. Lo ammetto, era netto, ma non poteva far finta di non vedere?

  10. Ora Agnelli invoca il VAR, ma guarda guarda proprio loro, presunti danneggiati lo invocano e in Italia puo pure morire tanto non serve per la Juventus. Agnelli che vuole cambiare il designatore degli arbitri europeo, ma guarda guarda. A ro te fatt Pasc, fatt pur Natal Agnelli ca moviola. Non l’accetti in Italia, non la devi accettare pure in Europa. Gia che c’èra, l’arbitro buttava fuori pure il “mitragliatore” marocchino. Buffon che fine ingloriosa che hai fatto, ritirati. Che classe gli arbitri stranieri, imparate da questi italiani.

  11. Voleva un finale di carriera in Champions che si ricordasse. Meglio di così.

  12. Quando il ladrone con la pistola incontra il ladrone con il fucile…

    • Bellissima 🙂 La sintesi perfetta!
      Detto questo, il rosso a Buffon mi sembra ingiusto, non lo meritava.

      • Lo può sapere solo l’arbitro se lo meritava. Si è lanciato contro di lui con molta foga e già questo prevede l’ammonizione. Se poi lo ha preso anche a male parole, conseguente è l’espulsione.

        • Vedi sopra

          • Dici che sul rigore “La protesta di Buffon non mi sembrava platealmente irrispettosa, veemente certo, ma non esagerata visto il contesto ed essendo lui il capitano della sua squadra.” che è esattamente quello che ho scritto: dalle immagini il cartellino giallo sarebbe bastato. Ma gli ha anche detto “qualcosa” e quel qualcosa non sappiamo cosa sia, e potrebbe essere il motivo del rosso – essere il capitano non vuol dire che puoi insultare l’arbitro.

      • Ser,e come fa un arbitro ad ignorare una protesta del genere?
        L’unica cosa che si può rimproverare all’arbitro è il rigore dubbio fischiato al 93″ in una partita a eliminazione diretta,anche se l’averlo dato non è uno scandalo ma una semplice forzatura

        • In generale a me non piacciono gli arbitri permalosi. E a meno di gesti plateali (vedi testa a testa di Bonucci contro Rizzoli) credo che un arbitro debba mantenere il controllo e capire l’emotività dei calciatori in alcuni momenti delicati, soprattutto se fischia un rigore decisivo al 93′ minuto. La protesta di Buffon non mi sembrava platealmente irrispettosa, veemente certo, ma non esagerata visto il contesto ed essendo lui il capitano della sua squadra. L’arbitro poteva semplicemente ammonire Buffon (e magari dare la seconda ammonizione a Benatia, autore di un fallo scomposto e folle) e concedergli la possibilità di parare quel rigore. Credo che nessuno avrebbe gridato allo scandalo (be’ qualche juventino forse si).

          Le parole di Buffon nel postpartita si commentano invece da sole. Al di là degli insulti all’arbitro (per i quali credo meriti una grossa squalifica), é semplicemente allucinante sentire un giocatore della sua esperienza sostenere che un arbitro, nel momento di concedere un rigore, debba tener in conto l’impegno della squadra che sta rimontando (!) o addirittura eventuali torti subiti durante la partita di andata (!!). Per non parlare della pattumiera al posto del cuore o della sensibilità… davvero da latte alle ginocchia. É completamente uscito di testa, e non è la prima volta.

    • Grande

  13. Stefano Valanzuolo 11 aprile 2018, 22:55

    “Penso che un sogno così non ritorni mai più”.
    Domenico Modugno

Comments are closed.