De Laurentiis: «Sarri può firmare il rinnovo quando vuole, siamo disponibili alle trattative»

Aurelio De Laurentiis intervistato a margine di un evento a Roma: «Abbiamo già fatto una proposta a Sarri, ora è giusto che si concentri sul suo lavoro».

De Laurentiis: «Sarri può firmare il rinnovo quando vuole, siamo disponibili alle trattative»

Le parole su Sarri, Agnelli e il var

Aurelio De Laurentiis è stato intervistato a margine della presentazione della Race for the Cure, a Roma. il presidente del Napoli ha parlato anche del contratto di Sarri: «Il tecnico del Napoli ha un contratto fino al 2020. E il rinnovo gli è stato già proposto. Ci siamo incontrati a gennaio in Toscana, Maurizio sa come la penso e sa che ha tutta la mia stima. Eventuali modifiche alla nostra offerta? Noi siamo qui, aspettiamo la sua firma sul nuovo accordo. E siamo pronti ad ascoltare le sue richieste in maniera democratica e razionale. Siamo disponibili alle negoziazioni. Ora come ora, però, è giusto pensare alla preparazione di due partite fondamentali contro Milan e Udinese. Il problema è importante, ma le due partite lo sono di più. Piano B in caso di addio? Non ci sono, ci sono solo Piani A. Un qualsiasi tecnico, straniero o italiano, ha bisogno di un giusto tempo di ambientamento».

Su Agnelli e il Var: «Io sono uno che si è battuto per avere il Var in Italia. E non capisco perché non sia stato implementato anche per le competizioni internazionali. Ma immagino che certi poteri forti che esistano ad ogni livello quindi anche all’interno della Fifa, della Uefa, e quindi si finisca per rimandare l’adozione di questi supporti per gli arbitri».

Prosegue De Laurentiis: «Non sapevo delle parole di Andrea Agnelli ma sono d’accordo con lui, che si è lamentato di Collina. Se volessi essere malevolo, potrei dire che anch’io alcuni anni fa sono stato buttato fuori da una competizione europea. Forse la mia colpa è stata parlare da uomo libero, senza cadaveri nell’armadio».

 

ilnapolista © riproduzione riservata