Benevento-Juventus 2-4. Due rigori (uno molto generoso) con la scritta: “Bentornati in Italia”

La squadra di Allegri soffre contro l’ultima in classifica. Doppietta di Diabaté. Poi il secondo rigore e uno splendido gol di Douglas Costa chiudono la partita

Benevento-Juventus 2-4. Due rigori (uno molto generoso) con la scritta: “Bentornati in Italia”

La partita che non ti aspetti

Il pomeriggio di Benevento-Juventus farà discutere molto. Il risultato finale dice 4-2 per i bianconeri, ma i due rigori fischiati ai bianconeri quando il risultato diceva 1-1 e 2-2 saranno il leit motiv tra oggi e domani. Soprattutto il secondo, fallo di Viola su Higuain e caduta “scenica” (eufemismo) dell’attaccante argentino. Alleghiamo, sotto, testimonianza video.

Detto questo, la partita. Che ci racconta della solita Juventus che inizia forte e sblocca il risultato con Dybala. E poi si rintana in difesa, due linee basse e spazi serrati. Solo che, differentemente dal solito, i bianconeri sembrano svagati davanti a Szczesny. Cioè, perdono la loro forza (la capacità di non soffrire) e subiscono due reti, per la prima volta dopo 18 partite (l’ultima volta a Genova, contro la Sampdoria). Ci pensa in entrambi i casi Diabaté, ma andiamo con ordine. Il primo pareggio arriva a metà del primo tempo, tiro da fuori di Djuricic, grande intervento di Szczesny e poi tap-in di Diabaté su assist dalla sinistra di Guilherme. Il Benevento legittima il pareggio, si ritrova sotto all’intervallo con un rigore fischiato a Pjanic dopo intervento del Var.

Riviviamo l’azione: gran palla di Marchisio, il centrocampista bosniaco supera l’avversario diretto e poi viene toccato da Djimsiti. Inizialmente, l’arbitro dice che è tutto a posto. Poi, però, viene allertato all’auricolare e sceglie di avvalersi dell’On Field Review. Braccio che indica il dischetto e Dybala fa 1-2. Tutto giusto.

La ripresa

Succede che la Juventus, se possibile, peggiora la sua qualità del gioco. Il Benevento avanza, guadagna campo, si esprime bene e trova meritatamente il pareggio. Calcio d’angolo dalla sinistra, salta Diabaté e fa 2-2. Un gran gol, risultato assolutamente legittimo e legittimato.

Allegri fa alzare dalla panchina la batteria dei titolari. Douglas Costa, Higuain, dopo il rigore di Dybala (di cui abbiamo parlato sopra) arriverà anche Khedira. È sintomatico di una squadra in difficoltà, nell’esprimere gioco e nel produrre occasioni. Prima del penalty fischiato al Pipita, la Juventus non impensierisce mai Puggioni. Anzi, è Guilherme a sfiorare il 3-2, su calcio d’angolo. La palla passa, rimbalza male in piena area e il piccolo brasiliano viene scavalcato dal pallone a pochi centimetri da Szczesny.

E invece il 3-2 lo segna la Juventus, ancora su rigore. Higuain cade come se fosse stato colpito alle spalle da una fucilata. E invece c’è una gamba di Viola e Gonzalo che la cerca disperatamente. Stavolta l’arbitro non va a rivedere l’azione e Dybala segna la sua tripletta. Nel finale, Douglas Costa indovina un sinistro micidiale da fuori e certifica il 4-2, e il momentaneo +7 sul Napoli in attesa della partita di domani tra la squadra di Sarri e il Chievo.

Come detto sopra, ci sarà da discutere per il rigore “ampio”, se non “generosissimo”, assegnato sul 2-2. Il contatto sembra esserci ma la scena è decisamente superiore al possibile impatto tra la sua gamba e quella di Viola. Dispiace. Ora tocca al Napoli.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. La Moviola del CDS(noto giornale Juventino)

    “passo indietro per Pasqua rispetto alle ultime, positive partite. Il contatto Djimsiti-Pjanic è rigore anche senza VAR, il cartellino giallo che manca qui lo dà poi a Mandzukic che invece non lo meritava. Partiamo allora dal rigore su Higuain, che ha spaccato di nuovo la partita. Viola tocca prima lo stinco, poi pesta il piede dell’argentino, che di suo accentua (che bisogno c’è?) la caduta, traendo in inganno molti. Fra l’altro, il difensore giallorosso è l’unico che non protesta, resosi conto subito di quello che ha combinato. Pasqua aveva assegnato anche un altro rigore alla Juve, in questo caso ha avuto bisogno del VAR ed è sembrato strano: il contatto falloso però di Djimsiti su Pjanic è netto anche in diretta, la sua sicurezza nel negare sulle prime il fallo ha stupito. Fra l’altro, manca il cartellino giallo (non rosso perché comunque l’intervento è “genuino”, posto che fosse realmente occasione da gol). Giusto annullare la rete di Mandzukic: Sagna tocca il pallone (l’intervento può considerarsi non falloso ma di gioco), il bianconero in caduta ferma il pallone col braccio destro. Un movimento, però, colposo e non doloso, per questo il giallo è esagerato. Non c’è fallo di Szczesny su Iemmello: il portiere è in uscita, para, poi il contatto è inevitabile ma consono con l’intervento.”

  2. Marchese di Carabàs 8 aprile 2018, 15:00

    Domanda non provocatoria:
    assumiamo che le seguenti ipotesi siano vere:
    – la Juve è aiutata dagli arbitri
    – quando gli arbitri non l’aiutano, gli avversari si scansano
    – la Juve in europa non riesce a vincere la Champions, fermandosi tra quarti e la semifinale, perché lì gli arbitri non intervengono

    Ciò considerato si può ritenere che il Napoli, ora distante giusto una manciata di punti, se non ci fosse stata la serie di aiutini/scansamenti avrebbe scavalcato la Juve.

    La domanda (finalmente) è:
    – perché la Juve, che ogni anno ruba alla seconda classificata lo scudetto, ha fatto due finali di Champions (e continui piazzamenti tra le prime 8 d’Europa) negli ultimissimi anni, mentre il Napoli (per non parlare di Roma ecc) non si schioda da risultati europei ben poco prestigiosi a confronto, considerato che senza aiutini alla rivale e sfavoreggiamenti mediatici sarebbe la prima squadra d’Italia?

  3. Luigi Ricciardi 8 aprile 2018, 14:45

    Sarebbe interessante notare che la Juve del turnover non riusciva a battere il Benevento, e che per farlo ha dovuto inserire i titolari.
    Magari una partita non fa testo, ma magari no…

  4. Però quanta nostalgia in queste immagini. La prima estate a Napoli, la spaghettata in barca a Capri, il tuffo, gli otto punti, le polemiche. Questo tuffo qui gli è valso solo tre punti (e del resto a Benevento non c’è il mare di Capri), però la perfezione stilistica è la stessa.

  5. Stefano Valanzuolo 8 aprile 2018, 9:20

    Da segnalare che Truciolo, il dipendente ex cecoslovacco ed ex normodotato degli agnelli, si stava prendendo a capelli (e per Truciolo i capelli contano) col nemico sannita in tribuna. Nei suoi occhietti piccoli e molto ravvicinati, su cui Lombroso tanto saprebbe dirci, si leggono sdegno e ferocia. A proposito , qualcuno ha immagini da condividere di Truciolo e Aigor intorno all’80’ di gjuventus RM? Sono cose che fanno comunque bene allo sport…

  6. Cagliri fiorentina lazio e benevento 6 punti regalati nei momenti di difficoltà sei punti minimo

  7. Pasqua ci ha arbitrato e già in quella occasione cercò di fermarci!!! Io proporrei di non iscriverci al campionato almeno ci guadagnamo di tasca e di salute!!! andiamo a vedere le partite giovanili juniores allievi giovanissimi ma provinciali e regionali… anche se pure lì c’è marcio!!!!!

  8. Raffaele Cozzolino 7 aprile 2018, 23:51

    Semplicemente schifato da ciò che è il campionato italiano

  9. Il primo era rigore,giusto?
    Gli altri due gol erano regolari?E già basterebbe questo per la vittoria,anche perché la Juve ha dimostrato più volte di saper lottare fino alla fine.
    Sul rigore di Higuain,che accentua la caduta(in Italia non lo fa nessuno?) il giocatore del Benevento cerca di sgambettare l’Argentino o no?

  10. Roberto Mario De Stefano 7 aprile 2018, 22:06

    A differenza di molti altri siti di calcio Napoletani questo è senz’altro il migliore, quello meno polemico e più sportivo. Ma quando il livello di invidia sale ecco che tutti diventiamo incoerenti… sul rigore del 2-3 il var che ha un protocollo ben preciso Non può essere usato, perché si può usare solamente sui gravi errori(esattamente come sul primo rigore) e in ogni caso non può intervenire sull’entita’ del fallo, tuttavia può solo stabilire se il contatto c’è o meno(e c’è è innegabile) e di conseguenza poi la decisione spetta all’arbitro. Per chi ha la memoria un caso analogo accadde proprio in Napoli Bologna dove fu fischiato un rigore x un soffio di masina su callejon anche li var applicabile solo x decidere se c’è o meno il contatto.
    Oltretutto non viene menzionato il secondo gol del BN che nasce da un corner irregolare.

  11. Giulio Valerio Maggioriano 7 aprile 2018, 21:53

    Ho letto dei trattati per giustificare il fatto che il contatto è sempre punito col rigore, proprio su queste pagine (l’episodio é Callejon in Napoli-Bologna, anche li senza VAR). Ovviamente senza articoli per vivisezionare l’episodio.
    A me frega poco degli arbitri in se, ma la memoria selettiva è una brutta cosa.
    Pasqua è talmente juventino che sul primo nettissimo rigore ha fatto correre. Dai va là…

    • Qua siamo ben oltre la memoria selettiva visto che trattasi di odio viscerale.
      Comunque dovremmo ringraziarli,senza il loro rosicamento gli ultimi scudetti avrebbero procurato molto meno gusto,visto che è impagabile la sensazione che da lo sbattergli le vittorie sul muso.
      Come dicevo in altro commento,un pezzo di scudetto,se scudetto sarà, sarà tutto merito loro:un po’ come i gol dell’ex di turno che tira fuori una grinta mostruosa dopo essere stato insultato dai galantuomini che popolano le curve italiane.

  12. Lo dicevo in settimana, i due episodi in champions con il real, fallo di mano (braccio attaccato al corpo e fuori area) e la simulazione di dybala, in itaglia avrebbero fissato il risultato sul 2-0 e non sul 0-3…. ma noi nn lo possiamo dire se no veniamo additati per quelli che piangono sempre, poi loro vanno in europa e possono “lamentarsi” dell’arbitro e dei fatturati… IO SONO NAPOLETANO!!!

    • No!Quello non conta!
      Il giocatore del Genoa ha usato una mossa ninja che ha steso supercalleon che già’ poverino lottava stoicamente contro il colore del pallone e la scia chimica lanciata dall’elicottero di Marotta.

  13. Tommaso Cantile 7 aprile 2018, 19:39

    Ma il rigore di Benatia su Diabatè sul 2-2 (quando poi Guilherme non ci arriva) l’ho sognato?

    • No… cioè si, contando che si tratta della Juve

    • Il “mitragliatore” marocchino fa tutti i falli che vuole gioca nella Juventus hanno lo “Statuto” Speciale.

  14. La Juve è meritatamente campione d’Italia per la 7ma volta perché non ha trovato avversarie degne di impensierirla seriamente al netto delle dabbenaggini lette e sognate a Napoli da luglio a febbraio. Ricordo che gli scudetti si vincono da marzo a maggio.

    • La Juve è meritatamente in testa al campionato che si vince in tutte e 38 la gare,anche se alcune sono più difficili e/o importanti di altre.

    • quello che ti pare ma ieri l’hanno aiutata.

  15. Juventus 0 – Real Madrid 3 * Azioni in borsa della Juventus spa in ribasso -5%
    Benevento 2-Juventus 4 * Azioni di sicuro in rialzo, grazie Signori Rigori

    • Dopo le accuse infondate,con tanto di bugie, del tifoso napoletano/procuratore federale Pecoraro come fu l’andamento in borsa delle azioni Juve?

  16. ecco, ora in un mondo normale uno si aspetterebbe che qualcuno che conta, non so le televisioni che si fanno pagare lautamente la visione delle partite, i giornali sportivi che devono la loro esistenza a chi li compra per leggere qualcosa di interessante, la federazione che ha la funzione di governare economicamente questo gioco, qualcuno si chiedesse se la perpetuazione di queste farse, così uguali anno dopo anno, con la stessa protagonista, porti più danni o più benefici.
    Invece questo paese riesce a restare sempre immobile, si ostina a non guardare questo mare di gente che non ci crede più e che erode la riva inesorabilmente.
    un giorno, credo presto ormai, si troveranno soli con il loro pubblico iuventino, a parlarsi addosso e confezionarsi un campionato dopolavoristico.
    Intanto stanno confezionando i pacchetti.
    Confezionateli bene, non vediamo l’ora di comprarceli.

  17. Ricordiamoci che il capo degli arbitri è rizzoli. Quello del gol di muntari non visto .lui era l arbitro di porta.la palla un metro dentro.era la partita scudetto contro il Milan.nel mondo del calcio in Italia i “meriti”vengono premiati.senza ritegno.

    • Visto che ci siamo ricordiamo anche che in quella partita venne annullato un gol regolare anche alla Juve.

  18. Mi sono bastati pochi minuti di visione, sul 2-2, per capire l’andazzo. Prima il rigore sul chiattone che chiamare generoso è un eufemismo, poi vedo un fallo da dietro intenzionale e in ritardo di Lichtsteiner, che in qualsiasi punto dell’orbe terracqueo va punito col giallo, naturalmente semplice punizione e nessuna sanzione. Spengo la tv perchè è inutile continuare con questa presa in giro. Meno male che se non altro la Champions serve a ricordarci in che putrido abisso è caduto il nostro campionato, altrimenti passeremmo per i soliti chiagnazzari.

  19. Francesco Sisto 7 aprile 2018, 18:43

    Come di prassi, quando le cose vanno male arrive l’aiutino.
    Mi verrebbe voglia di mollare tutto e gridare “dateglielo sto cazzo di scudetto”, e invece mi viene ancora piu rabbia e voglia di combattere, si provi a non perdere piu terreno fino allo scontro diretto, andiamo a Torino e facciamogli un culo come un aereoporto, poi il resto lo faranno Inter e Roma.
    Uno schifo.

  20. Giacomo Molea 7 aprile 2018, 18:32

    No ma tanto con questi pure con 112 punti nn vinciamo, finiremo a pari punti e loro vincono x 1 gol in meno preso, ha ragione Sarri, puntiamo al record di punti, cosa altro ci resta?

  21. arbitraggio scandaloso. si può dire oppure è vittimismo ?

  22. Stesso rigore fu dato al Genoa all’andata. Vi siete espressi così?

  23. Nella prima occasione va a rivedere, nella seconda no… incredibile. O forse fin troppo credibile.
    Bentornati in Italia

    • Roberto Cercola 7 aprile 2018, 18:52

      Con quel tuffo a cufaniello se stava ancora al Napoli Higuain sarebbe stato ammonito per simulazione…bravi arbitri continuate così…💩

      • Ma un’arbitro, in questa occasione Pasqua, che da un rigore ridicolo del genere è solamente un’incapace. Non sa distinguere una quequera simulazione di higuain con un calcio di rigore. Qui 2 sono le cose o è un’incapace (ma chi gli ha fatto l’esame di arbitro) o è in assoluta malafede. FIRENZE, CAGLIARI, ROMA non hanno insegnato niente e questo è il settimo scudetto fraudolento conquistato.VIA QUESTI “TERRORIZZATI” ARBITRI DAI CAMPI ITALIANI, non sono all’altezza o sono venduti di qui non si scappa. I Ceccarini i Terpin sono ancora in servizio.

      • Stefano Valanzuolo 8 aprile 2018, 8:55

        Cufaniello? Cufanone!!

  24. Il solito schifo italiano. La Juve molto più forte del Benevento e lo si sapeva, si aspettava la vittoria netta sull’ultima in classifica. Non c’èrano illusioni di sorta l’esito favorevole alla Juventus in quesat partita, ma si è assistito l’inverosimile che il Benevento ha pareggiato per ben 2 volte e la “grande” Rubentus ha avuto bisogno di 2 rigori molto dubbi per vincere con l’ultima. La vergogna continua ad esistere, niente ancora si è fatto per eliminare questo MARCIO ITALIANO che favorisce sempre la solita e danneggia altre 19 di squadre. Abolire l’AIA, arbitri stranieri a sorteggio integrale per una libera circolazione dei lavoratori europei, come si fa coi calciatori così per gli arbitri così per chiunque altro sui territorio europeo. Non se ne puo più di questi arbitri “terrorizzati” quando arbitrano questa assurda squadra, forse le minacce all’AIA in settimana ha creato qualche condizionamento, allora questi arbitri non possono lavorare in serenità si spazzi via questi sospettati. L’arbitro Juve-Real non vi ha insegnato niente? ecco il BENVENUTI IN ITALIA, i rigori fasulli si assegnano e Higuain aspettava l’occasione per svenire, conosce bene l’arbitro italiano e i Pasqua, i Calvarese,i Banti…..ecc. continuano ad arbitrare e favorire questi per l’ennesimo scudetto di cartone. P.S. “Complimenti” a Marcheggiani SKY, a che servono i 3 punti al Benevento. Al Benevento forse no, ma agli altri si ti avranno ami informato? come la Nazionale di San Marino che va a fare le qualificazioni Mondiali ed Euopee. Cagna mestier Marcheggiaaani, manco il commentatore sei buono, se allicchi così.

  25. Stefano Valanzuolo 7 aprile 2018, 17:52

    Io, sotto sotto, mi ostinavo a credere che non ci fosse malafede, ma solo ciucciaggine e sudditanza spesso inconsapevole da parte degli arbitri. Ora continuo a pensare che l’una e l’altra esistano, certo, ma la cosa non si ferma lì. Non mi inca**o neppure, è solo sconfortante. Sin nelle piccole cose: avete presente il giocatore svizzero che interviene da dietro netto sul piede senza che neppure si consideri l’ipotesi del giallo? Ecco, così. Forza grande Napoli, anyway…

  26. Nella prossima gara mi aspetto una nuova mossa di Higuain che cambierà per sempre il calcio: o tuff a cufaniell!

  27. Non è questione di contatto o meno, è che chiunque abbia visto il metro di giudizio dell’arbitro fino a quel momento (o a qualche minuto prima, dove ha concesso una punizione a dybala dai 25 m) non può non considerare scandaloso quel rigore.
    PS se proprio ne voleva fischiare uno c’è stato sul 2-2 un placcaggio di benatia sul centravanti di ebano su un angolo…ecco quello era solare

    • Ma non é vero, leggi il regolamento! Hanno giusto trovato il modo di fermare Ramos sui piazzati, e l’hanno testato in vista di mercoledì: Benatia si aggrappa a due mani alla maglietta del saltatore e si butta a terra a peso morto quando si batte il calcio d’angolo.
      É solo uno schema preparato in allenamento, ma quale rigore?
      Poi si lamentano della fine del moviemnto calcistico italiano, quando fanno di tutto per affossarlo pur di premiare il giocattolo degli Agnelli.
      GEstione dei cartellini come sempre impeccabile 😉

      • … scusami se ti correggo, questo non e’ uno schema nuovo, l’hanno sempre fatto, strattonata, presa per il collo o i coglioni dell’avversario e buttarsi tramortiti al suolo. Specialisti il Dott. Commercialista Chiellini, Benatia, Lichsteiner, Gambe Corte/Culo Basso Rugani, Bonucci (gli anni passati).
        … e dopo questo la inevitabile ressa attorno all’arbitro soprattutto nel torto….

  28. L’emblema del rosicamento, da rivista che cerca di passare per analitica, equa e imparziale.
    Dai che l’alibi è sempre pronto. Da mercoledì tornate in Europa, che li non vi sfavoriscono e date spettacolo 🤥

    • Come trovata ironica (se tale è), francamente non mi sembra ben riuscita.
      Anzi, è una zappata sui piedi, i propri.

    • ormai vi è rimasto solo quello, festeggiare con la coscienza sporca lo scudetto e far finta di sfottere i napoletani. Che vita di m… lo juventino.

    • Io onestamente non ti capisco: ma ti piace così tanto che la tua grande Juve vinca grazie a un tuffo del suo centravanti e un arbitraggio compiacente? Boh

    • dino ricciardi 8 aprile 2018, 13:16

      ” L’ultimo mercoledi a Madrid ”.
      Mi sembra che lo abbiamo già visto questo film ma fa sempre piacere rivederlo.

Comments are closed.