Napoli-Genoa 0-0, il primo tempo: prima metà rossoblu, finale in crescendo con palo di Insigne

Napoli-Genoa, il commento dei primi 45′: la squadra di Ballardini incarta e sorprende il Napoli, crea addirittura i presupposti per il clamoroso vantaggio esterno. Poi, però, sono Insigne ed Allan ad andare vicini al gol.

Napoli-Genoa 0-0, il primo tempo: prima metà rossoblu, finale in crescendo con palo di Insigne
Foto Ssc Napoli

La prima frazione

Napoli-Genoa è una bella partita, quando magari non te l’aspetti. Perché Ballardini smentisce tutti, anche sé stesso, e decide di osare. Due esterni a destra (Lazovic e Rosi), Pandev più Galabinov. Nella prima parte, è botta e risposta con leggera tendenza al rossoblu. Il possesso del Napoli non è fluido, l’intensità non è alta e le occasioni sono tutte degli ospiti. Proprio con Lazovic, bravissimo in azione personale e poco freddo ai piedi di Reina. Poi, con Spolli di testa su calcio d’angolo. Palla fuori di niente, anzi c’è l’illusione ottica dello 0-1.

Il Napoli, da parte sua, perde Hamsik dopo 18 minuti. Entra Zielinski, ma la partita vera comincia dopo la mezz’ora. Prima, una grande occasione con Mertens (destro a giro di poco fuori) e nient’altro. Appena la squadra di Sarri alza i ritmi, il Genoa non esce più dalla sua metà campo. La squadra di Sarri è frenetica nelle situazioni più calde, ma le chance sottoporta cominciano a crescere per numero, e per pericolosità. Prima Allan, liberato da Mertens a tu per tu con Perin. Destro alto da posizione favorevole. Poi Insigne, di testa su calcio d’angolo. Non è uno scherzo, anzi è un palo pieno con Perin immobile. Finisce qui, finisce così. L’intensità dell’ultimo quarto d’ora sarà necessario, nella ripresa, per sbloccare Napoli-Genoa. Ma non sarà facile, assolutamente.

ilnapolista © riproduzione riservata