Sconcerti: «Napoli-Juventus, differenza enorme con le altre. Tutto dipende da loro (e dal Var)»

L’editoriale di Mario Sconcerti sul Corriere della Sera: «La Juve ha solo sicurezze, anche quando si fa mettere sotto nel gioco, il Napoli ha individualità eccezionali».

Sconcerti: «Napoli-Juventus, differenza enorme con le altre. Tutto dipende da loro (e dal Var)»

L’editoriale sul Corriere della Sera

«La differenza tra Napoli, Juventus e tutte le altre è profonda. Non sembrano in forma esatta nessuna delle due, ma sono andate avanti come virus». L’analisi di Mario Sconcerti sul Corriere della Sera prova a restituire la forza di due squadre che stanno dominando il campionato. E che non sembrano conoscere ostacoli.

Le (solite) parole per differenziare gli stili di gioco. Anche per Sconcerti sono «inutili. È una lavagna vista. La Juve ha la sua modernità un po’ gretta, il Napoli sfinisce gli avversari anche quando li subisce. La Juve fa sembrare sempre poco il suo gioco perché parte per non prendere gol, sapendo che qualcuno lo segnerà prima o poi. Il Napoli ha bisogno di palleggio, sembra più spesso in difficoltà perché la distanza dal traguardo si accorcia e l’abitudine a vincere non è tanta. La Juve ha solo sicurezze, anche quando si fa mettere sotto nel gioco per tutta la partita da una Fiorentina organizzata e fragile».

Singoli

Una chiarificazione sull’idea dei fuoriclasse: «Una cosa è ormai chiara: non è vero che il Napoli ha meno individualità della Juve. Ha meno uomini, ma tante vie per andare in gol. Mertens, Callejon, Insigne non hanno niente di meno di Higuain e Mandzukic se visti nella loro prospettiva. La Juve è tanta ma fa fatica a cambiare bellezza qualunque atomo metta in campo. Il Napoli produce tanto anche quando ha l’avversario peggiore, come per un tempo è stata la Lazio».

La chiusura (un po’ amara) di Sconcerti: «A questi livelli è qualcosa che abbiamo visto poche volte, l’impotenza di tutti gli altri a fare fino in fondo la stagione, a entrare in un dialogo troppo alto. Tutto dipende sempre da Juve e Napoli. E dalla Var, che sta diventando di nuovo troppo argomento di arbitri, non se ne coglie più la differenza col passato. La guerra di pertinenze tra giudici sta togliendo di nuovo il giudizio reale».

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Appunto… ha paura

  2. aristoteles logatto 11 febbraio 2018, 13:22

    E dalla Var, che sta diventando di nuovo troppo argomento di arbitri, non se ne coglie più la differenza col passato. La guerra di pertinenze tra giudici sta togliendo di nuovo il giudizio reale….questo è davvero pericoloso; per il Napoli e per il sistema tutto

  3. E l’acqua calda?

Comments are closed.