Napoli-Lazio 4-1: secondo tempo impressionante, Sarri (espulso) di nuovo primo

Vantaggio immediato di De Vrij, il Napoli pareggia al termine del primo tempo con Callejon. La ripresa è un massacro: autogol di Wallace, gol in condominio Mario Rui/Zielinski e perla di Mertens.

Napoli-Lazio 4-1: secondo tempo impressionante, Sarri (espulso) di nuovo primo

Napoli-Lazio 4-1, gol di De Vrij e Callejon nel primo tempo. Nella ripresa, autogol di Wallace, gol di Zielinski (su tiro di Mario Rui) e Mertens. Juventus di nuovo dietro di un punto.

Primo tempo

Una delle peggiori esibizioni stagionali del Napoli. Non è solo una questione di risultato, quanto di manifesta incapacità di creare occasioni da rete. La Lazio va in vantaggio subito con un cross di Immobile deviato (forse) da De Vrij, Reja è poco reattivo ma il difensore olandese è a due passi da lui. Dopo la rete, la squadra di Sarri fa fatica a costruire azioni offensive, la Lazio difende benissimo, non soffre mai, il Napoli diventa nervoso e impreciso. Anzi, Paolo e Milinkovic-Savic vanno vicini al gol, mentre dall’altra parte solo conclusioni velleitarie di Insigne e Mertens. Poi, il pareggio. Jorginho trova Zielinski, una magia. Palla in rete, espulso Sarri – per proteste -dopo pochi minuti. Ma la ripresa sarà un’altra cosa.

Secondo tempo

Una delle migliori esibizioni stagionali del Napoli. Non è solo una questione di risultato, quanto di manifesta superiorità. La squadra di Sarri azzanna letteralmente il gioco, schiaccia la Lazio dietro fin da subito, le occasioni si accumulano. La squadra di Inzaghi non esiste più, i gol arrivano in maniera casuale (autorete di Wallace, tiro di Mario Rui deviato da Zielinski, subentrato ad Hamsik dopo l’intervallo), ma sono legittimati da un gioco intenso, efficace, di grande qualità. Da incorniciare il 4-1 di Mertens, su splendido tocco dentro di Zielinski. Finisce così, una serata bellissima dopo una settimana un po’ così. Quello che ci voleva, Juventus di nuovo a -1. Ora il Lipsia.

ilnapolista © riproduzione riservata