Mertens, c’è ottimismo sulle sue condizioni: dovrebbe esserci per Napoli-Lazio

Rassegna stampa sulle condizioni di Dries Mertens, infortunatosi non gravemente a Benevento. Oggi riprenderà degli allenamenti, probabilmente con una tabella personalizzata.

Mertens, c’è ottimismo sulle sue condizioni: dovrebbe esserci per Napoli-Lazio

Rassegna stampa

Buone, buone notizie. Ottimismo, per dirla con uno slogan pubblicitario. La rassegna stampa sulle condizioni di Dries Mertens porta a immaginare un futuro positivo, con il centravanti belga in campo contro la Lazio. Ieri pomeriggio, il Napoli ha spiegato che l’infortunio patito a Benevento consisteva in una «lieve distorsione alla caviglia sinistra». Oggi, i giornali parlano già del possibile rientro. Scrive la Gazzetta: «È un interessamento dei legamenti e, salvo complicazioni, sabato sera l’attaccante belga sarà regolarmente in campo nella sfida contro la Lazio».

Il recupero, sempre secondo la rosea, proseguirà oggi con una tabella personalizzata: «Dries Mertens sarà a Castel Volturno alla ripresa degli allenamenti. Difficilmente l’attaccante svolgerà lo stesso lavoro dei compagni, dovrebbe fare un allenamento differenziato dopo l’ok di Alfonso De Nicola, il medico sociale. Probabilmente, lavorerà in palestra, senza forzare sull’arto infortunato. Le sue condizioni verranno, comunque, monitorate giorno dopo giorno, ma la sensazione è che giocherà contro la Lazio. Per l’eventuale sostituzione, Sarri potrebbe adottare la soluzione d’emergenza: Callejon centravanti, Ounas o Rog sulla fascia destra».

Stessa situazione anche Il Mattino: «Ieri il calciatore ha passato il suo giorno libero a Marechiaro. Già l’uscita dallo stadio di Benevento aveva fatto filtrare un po’ di ottimismo in vista del match contro la Lazio. Una gara difficile, per cui Mertens proverà a rimettersi in piedi». Curiosa la statistica “storica”: «Solo in due occasioni, il belga è stato costretto al forfait per motivi fisici. Nella stagione 2013-2014 saltò la trasferta di Catania (il 26 marzo 2014), proprio per una distorsione alla caviglia. Una sola gara e poi subito a disposizione. Più lungo, invece, lo stop che lo ha tenuto fermo tra ottobre e novembre 2015. In quel caso si trattava di un problema muscolare che lo costrinse a saltare tre gare di Europa League e due di campionato».

ilnapolista © riproduzione riservata