Guardian: «Il Napoli mostra le sue credenziali per lo scudetto»

«La partita con la Lazio restituisce l’immagine di un Napoli meritatamente primo in classifica, e sempre più in grado di mantenere questa posizione».

Guardian: «Il Napoli mostra le sue credenziali per lo scudetto»
Foto Ssc Napoli

L’articolo di Blair Newman

«In occasione della partita contro la Lazio, il Napoli ha dovuto far fronte a una pressione reale. La squadra di Sarri ha una storia di implosioni improvvise, l’ultima volta che era in corsa per lo scudetto ha attivato il meccanismo di distruzione a Udine, lasciando campo alla Juventus. Quasi due anni dopo, una’altra prestazione fatale, contro la squadra terza in classifica, sembrava si stesse concretizzando. C’erano tutti i segnali».

Si apre così il pezzo di Blair Newman sul Guardian. Si parla (ancora) di Napoli-Lazio, ma soprattutto si parla di Napoli in chiave-scudetto. Il senso del pezzo è estremamente semplice: la vittoria conquistata sabato e il modo in cui è stata raggiunta hanno evidenziato una volta di più come la squadra di Sarri possegga «le credenziali per vincere lo scudetto».

L’intervallo

La cronaca tecnica e tattica della partita si fonde con il racconto dell’intervallo. Leggiamo: «Nessuno può dire esattamente cosa sia successo nello spogliatoio del Napoli tra il primo e il secondo tempo. Ma tutti i giocatori e tutti i membri dello staff devono aver capito l’importanza di quella pausa. Il modo in cui si sono approcciati alla ripresa aveva il potenziale per definire l’intera stagione. O riprendevano il controllo della gara, quindi la corsa scudetto, oppure sarebbero rimasti paralizzati dalla tensione».

È andata bene. Il pezzo racconta i gol e i cambiamenti tattici visti nei secondi 45′, ma la parte più importante è quella finale. Questa: «Il fatto che Tonelli sia tornato a giocare dopo più di un anno e il Napoli non abbia patito la sua inattività, spiega tante cose. Per esempio, il fatto che il Napoli non abbia una rosa poco profonda. Del resto, anche il contributo di Mario Rui e del subentrante Zielinski chiariscono questo punto. La sensazione, oggi, è che il Napoli sia meritatamente in testa alla classifica. E, ad ogni partita, sembra essere sempre più in grado di mantenere questa posizione».

 

 

ilnapolista © riproduzione riservata