De Laurentiis: «Sarri deciderà sul mercato in entrata, siamo stati insieme a Figline»

Aurelio De Laurentiis in diretta a Radio Kiss Kiss Napoli: «Per arrivare a calciatori pronti, serve l’accordo tra due club e con il calciatore stesso. Non possiamo fare fantacalcio».

De Laurentiis: «Sarri deciderà sul mercato in entrata, siamo stati insieme a Figline»
Foto Ssc Napoli

L’intervento a Radio Kiss Kiss Napoli

Torna a parlare Aurelio De Laurentiis. Il presidente, intervenuto telefonicamente all’interno della trasmissione Radio Goal, su Radio Kiss Kiss Napoli, ha fatto il punto sul mercato del Napoli. A partire dall’imminente arrivo di Zinedine Machach, che ha sostenuto a Roma le visite mediche. Le parole di De Laurentiis: «Il nostro club pensa al futuro, non solo ai bisogni del momento. Machach è un acquisto prospettico individuato da Giuntoli. Con lui prenderemo altri giovani calciatori. Non ci va messa una medaglia ogni volta che viene acquistato un giocatore, possiamo anche sbagliare».

Sui calciatori di incidenza immediata, i nomi di Deulofeu e Verdi: «Sarri dovrà misurare quanto questi calciatori possano fargli comodo sul campo. Il tecnico è il finalizzatore delle nostre decisioni. Quando si tratta di colpi in prospettiva, è un discorso. Per i calciatori che devono avere un impatto immediato, è necessario che Sarri dica: “Va benissimo. È un calciatore che non necessita di sei mesi di rodaggio prima di giocare”. Per arrivare a profili del genere, però, c’è bisogno dell’accordo tra le due società e con il calciatore stesso».

«Non si può fare fantacalcio – aggiunge De Laurentiis -, i pezzi da novanta non sono fattibili a gennaio, per il Napoli. In estate le carte si rimescolano e le cose possono cambiare. Inglese a giugno se Milik recupera? Si possono fare mille ipotesi, ma non bisogna escluduere nulla. Ghoulam potrebbe recuperare prima di Milik. Certe situazioni possono incidere molto».

L’incontro con Sarri: «Si, alla vigilia del suo compleanno sono stato a Figline, è un posto fantastico. Siamo stati sei ore insieme in perfetta armonia. Abbiamo bevuto tanto vino rosso».

ilnapolista © riproduzione riservata