Napoli-Juventus 0-1, ancora Higuain; squadra di Sarri scottata dal primo tempo

Vincono i bianconeri, bravissimi a capitalizzare una delle pochissime occasioni. Ma il successo è meritato, il Napoli è stato presuntuoso all’inizio e raramente pericoloso dopo.

Napoli-Juventus 0-1, ancora Higuain; squadra di Sarri scottata dal primo tempo

Napoli-Juventus 0-1, gol di Higuain al 12esimo del primo tempo. Ora i bianconeri sono a un punto dal Napoli.

Primo tempo

Juventus che inizia con ottima personalità, esce a palleggiare in faccia al Napoli. Che, da par suo, inizia in slow play e si fa infilare da due transizioni letali della Juventus. La prima, conclusa da un’imbucata di Douglas Costa per Higuain, viene sventata da Reina. La seconda esalta Higuain, gran tocco di Dybala e conclusione-sentenza sul primo palo. Nel resto del primo tempo, il Napoli prova a riorganizzarsi e ad alzare il ritmo. Ci riesce negli ultimi minuti, non bastano.

La ripresa

È un’altra partita, il Napoli stringe la Juventus all’angolo e la tiene per tutta la ripresa nella sua area di rigore. Paradossalmente, le occasioni importanti sono divise a metà: prima la Juventus, con Matuidi al volo, e grande risposta di Reina. Poi con Insigne, liberato da Zielinski. Sinistro diagonale, palla fuori. Lorenzo esce per un problema da verificare. Finisce qui, vince la Juventus. Meritatamente, per la partita di garra e intelligenza. La squadra di Sarri è stata troppo sicura nel primo tempo, poi spuntato nella ripresa. Prima sconfitta in campionato, bianconeri a un punto. La stagione comincia adesso.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Non ti pare di esagerare un po’? Con Sarri ne abbiamo segnati parecchi su calcio da fermo.

  2. Con una rosa così drammaticamente corta in alcuni settori (o comunque senza i cambi di caratura internazionale che hanno le nostre concorrenti), era inevitabile che i nodi venissero al pettine, e sono contento che Sarri abbia espresso molto chiaramente lo stesso concetto nel post-partita. Il centrocampo fisicamente tiene perchè i calciatori hanno il tempo di rifiatare, ho visto anche qualche segnale di ripresa in Hamsik, ma quei tre poveracci là davanti non ce la fanno letteralmente più, e bisogna solo pregare che lo stress fisico, che vedo particolarmente insidioso su Insigne per struttura fisica, non faccia danni peggiori. Nelle ultime partite ci aveva tenuto a galla una difesa impeccabile, che stasera è stata punita sull’unico errore, peraltro grossolano e incomprensibile in una linea che normalmente si muove all’indietro con distanze perfette.
    Peccato, perchè le carenze di organico erano evidenti e rimediabili. Speriamo solo in qualche passo falso dell’Inter, il campionato è lungo, e l’ottimo inizio ci permette anche di scontare questo momento di flessione in attesa degli auspicabili rinforzi di gennaio.

  3. dino ricciardi 1 dicembre 2017, 23:42

    Raffaele non si tratta di presunzione,noi sappiamo giocare cosi,la nostra forza è difendere alti perchè se ci abbassavamo con la qualità che hanno davanti ci facevano piu male.
    Purtroppo siamo arrivati a questa partita con troppi giocatori sottotono e stanchi.
    Per me Sarri ha sbagliato a far giocare Mario Rui(si è anche giocato un cambio) e a sostituire Allan.
    Avrei messo dentro Zielinski al posto di Callejon ma quando hai 4..5 giocatori tra i piu tecnici poco brillanti o con problemi fisici(vedi Insigne) capisci che in una partita cosi solo l’episodio fortunato ti puo dare una mano.

  4. Siamo in un momento di flessione……….tutto qui.

  5. Non ci sono alternative per cambiare le partite le avversarie ci concedono i cross per i nanetti dell attacco imbarazzanti e paurosi all inizio s è sentita troppo la partita, mercato imbarazzante se vuoi lo scudetto basti vedere la tenuta di mario rui e ounas un ragazzino e basta la juve panchina sontuosa e titolari tutti piu forti. Mertens centrattacco adattato e si vede tutto, a secco da un po… brutta botta oggi. Hamsik lasciamo stare e callejon pure ma chi metti??

Comments are closed.