“Le rovine di Roma”: la stampa inglese liquida il Chelsea e Antonio Conte

Bocciatura compatta per i Blues e per il tecnico. La reazione di Conte: «Siamo il Chelsea, ma non basta pensare questo perché gli avversari ci temano».

“Le rovine di Roma”: la stampa inglese liquida il Chelsea e Antonio Conte

Bastano le prime pagine

Un giro veloce sulle prime pagine dei giornali inglesi chiarisce qual è l’atmosfera intorno ad Antonio Conte e al suo Chelsea. Siamo tra criticismo esasperato e disfattismo, ma la sconfitta clamorosa subita a Roma, in qualche modo, “giustifica” un atteggiamento tanto severo.

Il Times, per esempio, scrive in prima pagina che una partita del genere, «piena di errori difensivi, non può far altro che gettare un’ombra sulla consistenza del progetto di Conte e sul suo futuro a lungo termine come manager del Chelsea». Come dire: basta andare indietro con la storia per ricordarsi che Abramovich ha licenziato allenatori per situazioni decisamente meno gravi di questa. Anche perché non è solo questione di gioco scadente, di Champions League o di rapporti tesi tra dirigenza e tecnico (per via del mercato che non ha “sedotto” Conte), quanto anche per la classifica di Premier. Dopo undici giornate, i Blues sono già a nove punti dal Manchester City capolista.

È un titolo classico ma gettonato, quello delle “rovine”. Che fotografa perfettamente la situazione-Chelsea. Il Mirror sottolinea i meriti di una Roma «brillante», ma scrive anche come la squadra di Conte «abbia perso il suo spirito combattivo». Insomma, quella sensazione di padronanza fisica del campo che caratterizza da sempre le squadre del tecnico salentino. Ieri sera sembra essere venuta meno anche quella, proprio quella.

«Dobbiamo lavorare molto»

Sul Guardian sono persino più diretti. Chelsea «umiliato», e in effetti uno 0-3 così netto non può andare tanto lontano da una definizione così perentoria. Sulla versione online del prestigioso quotidiano, si trovano le dichiarazioni di Conte: «Dobbiamo lavorare insieme, avere la volontà di scavare in profondità per capire e sistemare le cose che non funzionano. Se pensiamo che, solo perché siamo il Chelsea, i nostri avversari debbano temerci, allora siamo fuori strada. Dobbiamo ritrovare la fame che abbiamo mostrato durante tutta la stagione scorsa, che invece quest’anno ci è un po’ mancata. C’è grande delusione, non abbiamo visto cose positive. Siamo stati sfortunati nel primo tempo, poi però nella ripresa abbiamo dato davvero poco. Peccato, siamo una squadra forte. La Roma ha dimostrato di avere più voglia e ha meritato di vincere».

Le voci su un possibile esonero di Conte, in realtà, non hanno subito un grosso aumento di volume nonostante una sconfitta così fragorosa. Certo, la situazione sulla panchina del Chelsea comincia ad essere instabile, date le grandi aspettative finora disattese dal tecnico italiano. Vedremo nei prossimi giorni. Intanto la bocciatura da parte dei media inglesi è abbastanza netta, uniforme. Difficile aspettarsi diversamente, dopotutto.

ilnapolista © riproduzione riservata