Napoli-Manchester City 2-4, ora la Champions è appesa a un filo

Azzurri in vantaggio, poi il City impone la sua forza (dopo l’infortunio decisivo di Ghoulam). Nel finale, due contropiedi puniscono la squadra di Sarri.

Napoli-Manchester City 2-4, ora la Champions è appesa a un filo

Napoli-Manchester City 2-4, gol di Mertens, Otamendi, Stones, Jorginho, Aguero e Sterling. Ora serve un’impresa per restare in Champions.

Il primo tempo

In 45′, ci sono primo tempo, intervallo e secondo tempo. L’intervallo è l’infortunio di Ghoulam, che non sembra una cosa da niente. Prima dell’uscita del’algerino, il Napoli tiene benissimo il campo, il pallone e la partita, meritando il vantaggio. Che arriva con una giocata in rima di Insigne e Mertens, un fantastico uno-due che spalanca a Lorenzo il tiro a giro dell’1-0. La rete non cambia l’inerzia, poi però arriva lo stop di Ghoulam. Mentre il Napoli di riorganizza con Maggio a destra e Hysaj a sinistra, Otamendi si mangia l’albanese di testa e fa 1-1. Poi Stones, di testa, colpisce la traversa. Il suo è un annuncio.

Secondo tempo

Pronti-via, calcio d’anglo e Stones si traveste da Sergio Ramos. Capocciata saltando su Maggio, traversa e palla che cade oltre la linea. Il Napoli riprende campo e coraggio, Insigne colpisce la traversa con una grande giocata individuale, c’è qualcosa di bello e di buono nell’aria. Si concretizza con un calcio di rigore netto, che Sané regala letteralmente ad Albiol. Dal dischetto, Jorginho. Tiro di palle, e scusateci la trivialità. Palla in rete. Il Napoli ora ci crede di nuovo, forse si fa travolgere da sé stesso: dopo una grande parata di Ederson su Callejon, calcio d’angolo, ripartenza concessa a Sané – in superiorità numerica – e gol di Aguero dopo un rimpallo vinto. Finisce 2-3, entra Ounas e il City congela il possesso. Il gol del City nel recupero, con Sterling, è una ripetizione di quello di Aguero. Arriva mentre il San Paolo canta a squarciagola. È la notizia più bella, forse. In attesa di sapere cos’ha Ghoulam, serve un miracolo per rimanere in Champions. Due vittorie e una sconfitta dello Shakhtar contro il City. Che è davvero fortissimo. Non è impossibile, ma molto molto difficile.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Alfonso De Vito 1 novembre 2017, 23:13

    Scrivetelo ancora che abbiamo una rosa adeguata… che il mercato è stato adeguato. Siamo una squadra fantastica, ma basta l’infortunio di Ghoulam a inceppare tutto. Non abbiamo un terzino di riserva abile ai livelli cui può stare il Napoli. Oggi ne abbiamo avuto una dimostrazione clamorosa. L’anno scorso la rosa aveva più uomini nelle rotazioni dopo l’infortunio di Milik. Davanti ruotavano in quattro e sugli esterni bassi c’era Strinic. Se l’anno scorso a Callejon non doveva venire nemmeno un raffreddore, ora il concetto si estende a Insigne, Mertens e Ghoulam…

    • Luca Di Giacomo 2 novembre 2017, 0:19

      Il fan del papp sono ovunque purtroppo, soprattutto su questa pagina. Anzi, é il sito intero ad essere sponsorizzato dal papp
      Entrate per 150 milioni senza alcuna spesa tra l´ulima anno e questo, e loro parlano di ottimo mercato perché abbiamo rinnovato….ti rendi conto? Poi ci chiadiamo perché sta cittá non cresce

  2. Carmelo Bauman 1 novembre 2017, 23:02

    Primi 25 minuti spettacolari. Purtroppo la partita è durata 90. City più forte. Il Napoli si dirige verso L’Europa league (con la speranza di vincerla). Speriamo che Ghoulam si riprenda presto.

  3. Grande parata di Ederson?Grande sega di Callejon!!!Che pippone!

  4. Il San Paolo che ha continuato a cantare nonostante il quarto gol del City è stata una cosa da brividi: meraviglioso.

Comments are closed.