De Laurentiis: «Terrei Sarri dieci anni. Ma se vorrà andare via, ce ne faremo una ragione»

Al Corriere della Sera: «Ne troveremo un altro come lui. La Juventus? Li vedo nervosi. Complimenti a Di Francesco. Ghoulam, non accetto condizioni sul contratto»

De Laurentiis: «Terrei Sarri dieci anni. Ma se vorrà andare via, ce ne faremo una ragione»
De Laurentiis

«Alla Juventus mi sembrano nervosi»

De Laurentiis ha rilasciato un’intervista al Corriere della Sera. Ha toccato alcuni temi, il più interessante è senza dubbio il futuro di Maurizio Sarri. De Laurentiis, come al solito, è stato poco diplomatico.

Sono innamorato del mio tecnico, lo terrei con me altri dieci anni. Se però vorrà andar via, ce ne faremo una ragione. E troveremo un altro come lui.

È indubbiamente il passaggio più interessante. Del campionato dice che il Napoli ha più certezze rispetto allo scorso anno, nonostante l’infortunio di Milik. «Potrebbe rientrare a inizio 2018. Questo Napoli va forte da dieci mesi, la Juventus si preoccupi».

Parla anche di Var: «Non capisco la polemica sul fatto che rallenterebbe le partite. Sono piccole soste che ossigenano il cervello di tutti, arbitri compresi».

I complimenti a Di Francesco

Rivela quali fossero i piani del Napoli a proposito del portiere: «Volevamo Szczesny ma non voleva stare dietro Reina». In realtà il nodo era l’ingaggio, visto che adesso alla Juventus percepisce 4,5 milioni. «Reina voleva un triennale, un lusso per il fatturato del Napoli. Lo valuteremo di anno in anno».

A proposito di rinnovi, di Ghoulam dice: «È un ottimo giocatore, lo ha dimostrato, ma sul contratto non accetto condizioni da nessuno»

Ha definito la Juventus un po’ nervosa: «Lo sarei anch’io al posto loro. Dopo sei scudetti consecutivi, è difficile continuare a vincere. Non avrei venduto Pogba e Bonucci». E si è dichiarato stupito dalla Roma: «Hanno perso giocatori importanti eppure sono competitivi. Di Francesco è veramente bravo, Roma è una piazza molto più complicata di Napoli. Lì i tifosi sono più critici e meno innamorati della loro squadra».

ilnapolista © riproduzione riservata
  • quqquacha

    Tutto molto preoccupante. Non poteva continuare a restare in silenzio?!

    • giancarlo percuoco

      purtroppo è il suo difetto più grande.

    • aristoteles logatto

      La ssc Napoli dovrebbe dichiarare silenzio stampa ad oltranza solo per il presidente

    • Antonio Baiano

      Se lo intervistano…

    • de sarribus

      non capisco il tuo commento, che ha detto di grave? che è innamorato di Sarri?

    • Il Boemo

      Cosa c’è di preoccupante in “lo terrei per dieci anni”?

  • Franco Sisto

    Guardiamo il bicchiere mezzo pieno, Sarri resta 10 anni, (se vuole), Milik sarà pronto per il rush finale, potrà darci una mano, e la VAR va bene.

  • onofrio marino

    E’ mai possibile che vi da’ tanto fastidio quando parla?
    Se le sue parole vi infastidiscono non lo ascoltate ma non state sempre a lamentarvi.
    Se non parla perché sta zitto, se parla è preoccupante, fate pace con voi stessi e godetevi la vita.

  • piero rocchi

    io ho letto l’intervista e sinceramente non riesco a trovare un solo punto da criticare. Sulla questione Sarri mi sembra chiaro che ci sia la voglia di continuare a lungo, anche se logica vuole che se Sarri vincerà lo scudetto squadre molto + potenti in Italia e all’estero gli faranno proposte ben + sostanziose di quelle che ci possiamo permettere, e tutti dovremo farcene una ragione e sperare che la società riesca come sempre a colmare il vuoto delle inevitabili partenze, è una legge della natura , pexe grande mangia pexe piccolo. Non posso far a meno di notare che la partenza di Sarri sia legata allo scudetto, e inevitabilmente divide il cuore, da un lato la voglia di vincere lo scudetto dall’altro la voglia di trattenere Sarri, sarà difficile se non impossibile conciliare le due cose

  • @mezzonero

    Mama Do Carmine ma foss na vot ca avess ragion pe vuje . Stu bla bla bla e insopportabil

  • Gin Phreak

    Chi ci va al suo posto? Tu?

  • Gin Phreak

    Ovviamente tu sei il suo procuratore, giusto?

  • Vincenzo Terracciano

    Sei sempre molto arguto.

  • onofrio marino

    Fino a prova contraria è lui il padrone del Napoli e non noi, i soldi li caccia lui e comunque sia li sta gestendo in maniera manageriale perfetta facendoci godere ogni domenica. Per quanto mi riguarda, sono tanti anni che guardo i tifosi delle altre quadre dall’alto verso il basso, che il lunedì non devo nascondermi per non essere sfriguliato. E’ vero con DIEGO abbiamo vinto ma dopo di Lui il vuoto. Ed è questa la paura più grande, dopo il vostro saccente continueremo a godere e divertirci? Avremo un Presidente che vi piacerà come parlerà ma poi saprà vincer non solo con le parole?

  • Il Boemo

    Ma poi ha detto “lo terrei per dieci anni”. Oppure secondo loro un presidente può dire “siamo finiti se Sarri andrà via”? Cos e pazz…

  • Il Boemo

    Sarri non è un ignorantone come Mazzarri, non diciamo eresie, il suo problema non è quello, Sarri lavorava in banca, è un falso proletario, tutto il resto è fatto dai giornalisti che vogliono per forza il personaggio. Il problema per Sarri se andasse via, è che altrove non avrà mai la fiducia che ha avuto qui anche a livello di gradimento dei tifosi, e il gioco di Sarri ha bisogno di tempo. Se hanno cacciato uno come Ancelotti figuriamoci uno come Sarri che è uno che non ama le dinamiche del calcio moderno tipiche dei grandi club. A Napoli si trova bene perché quella di De Laurentiis è in fondo un’azienda a dimensione familiare e locale.

    • Venio Vanni

      Forse non ho esposto bene. Sarri è ignorante nel senso di alieno alle dinamiche dei grandi club. In un PSG, Real o altro col piffero che gli fanno fare 20 giorni di ritorno a Pizzoferrato. Ad Agerola o sul Monte Miletto. Questo intendo ed è poi quello che hai espresso tu. Sarri è come Walter come scuse, alibi e piani nel post partita. Quello è incontestabile.

      • Il Boemo

        Io lo vedrei solo nel Barça se fallisse Valverde con giocatori abituati a giocare con un impianto tecnico-tattico simile al nostro, altrove non gli darebbero tempo. Conta che però in squadre di livello simile al nostro un po’ più alto che gli possono offrire un certo prestigio ci sarebbero: potrebbe andare in squadre tipo Tottenham, Arsenal, Dortmund, nell’emergente Lipsia, o nell’Atletico Madrid, se non addirittura nel Nizza o nel Monaco, ma in Premier poi dovrebbe fare anche il direttore sportivo cosa che lui ha sempre detto di non voler fare (anche se non gli credo quando dice di non contattare i giocatori). Vedremo…

  • artemisia

    ma che ti ha detto che non la farà..sarà solo sarri a decidere..dipende dalle squadre che lo vorranno e dal relativo ingaggio.