Con i 50mila euro al Pd, la mia stima per De Laurentiis cresce smisuratamente

Avevo un pregiudizio politico nei suoi confronti. Ne emerge un presidente non solo scetato ma anche calcolatore. E che, di certo, non smette mai di stupirci

Con i 50mila euro al Pd, la mia stima per De Laurentiis cresce smisuratamente

Avevo un pregiudizio politico

Confesso che con la storia dei 50mila euro di sottoscrizione al Pd, la mia stima nei confronti di De Laurentiis cresce smisuratamente. Avevo un pregiudizio politico nei confronti del nostro Presidente. Non tanto per i sussurri su amicizie romane con il Cavaliere ma soprattutto per il tipo di produzione cinematografica che sguazza in quel mondo.

Insomma i cinepanettoni, i protagonisti di questi film interscambiali. Scuderie di attori contrapposte e per produttori competitivi ma pur sempre omogenei. E le fantasie su feste indimenticabili e bla bla bla non deponevano bene per il nostro Presidente.

Un presidente scetato e paraculo

Finalmente adesso una notizia sul privato del più discusso presidente del Napoli. E quell’alone di “paraculaggine” che l’avvolgeva prima adesso è una nuvoletta che lo fa lievitare. Insomma, non solo un Presidente “scetato” (l’elenco delle cose che non depongono a suo vantaggio è sterminato) ma anche “calcolatore”. E forse le due cose sono strettamente legate.

Il punto è che lascia intravedere un disegno. E non c’è neanche un ministro per il cinema tipo Valter Veltroni.
Che sia un atto di fede? Dubito fortemente. Un gesto disinteressato? Anche. Perché se fosse interessato dovrebbe produrre un film tipo “Good Bye Lenin”. Arrovellatevi anche voi, please. Quel che è certo è che DeLa non finisce di stupirci.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Ecco, finalmente uscite allo scoperto, ci voleva tanto invece di tutti quegli attacchi “nascosti”? Adesso vediamo cosa dicono di difensori d’ufficio che “ma che dite, possono attaccare chi vogliono senza appoggiare nessun’altro, ma che stata alle elementari!”.

  2. Ha ragione il frato del chiattone, sono due stili diversi. Agnelli finanzia la mafia coi soldi dei tifosi mentre Adl finanzia di tasca sua la politica e si fa fare anche la ricevuta.

    • Federico Villani 10 luglio 2017, 15:32

      Bè, ne più e ne meno del modus pensandi di Mauro! 😛
      Anche questa è una tesi complottista! xD

  3. robertoLEONEda tastiera 8 luglio 2017, 8:41

    Ma non poteva darli al Papponista?

  4. robertoLEONEda tastiera 8 luglio 2017, 8:40

    adesso è tutto chiaro. Povero De Magistris…e dove li prende 50.000 euro

  5. Domenico Sapio 8 luglio 2017, 7:56

    Ma che dite ?……..questa donazione al PD era prevista nel contratto di Sarri…..!!!!!!!

  6. In tempi non troppo lontani,l’ultimo e il meno ďotato di una valente famiglia di imprenditori cinematografici,vittorio cecchi gori,sfido’ berlusconi a tutto campo,nel cinema,nella produzione cinematografica e in politica….ne usci con le ossa rotte,il biscione si vendico’ facendogli perdere tutto.La fiorentina ando’ per pochi milioni di euro a della valle,che a quei tempi aveva la tessera di forza italia.
    2 anni dopo,fu fatto fallire il napoli del signor nessuno naldi,e’ lecito quindi pensare che di nuovo ci fosse dietro una manovra per fare un piacere a un amico del berlusca.Ed e’ lecito il dubbio che questi fosse de laurentis,da sempre in buoni rapporti col biscione,che comprava e distribuiva i suoi film di dubbio gusto da circa 30 anni.
    Vi siete mai chiesti perche’ il napoli falli’ con 60 milioni di debiti,la fiorentina con 40,mentre roma e lazio venivano salvate dal palazzo con rispettivamente 220 e 110 milioni di pendenze arretrate?
    Conoscendo il cinico imprenditore senza scrupoli che e’ de laurentis,se ha cambiato referente politico non sara’ per coscienza o ideologia politica,bensi’ per qualche meschino vantaggio economico.

  7. Luciana Calienno 7 luglio 2017, 23:08

    5 ore fa
    Un piccolo segno di gratitudine verso il governo che si comprerà a spese dei contribuenti CInecittàworld andata rapidamente alla deriva con 32 milioni di debiti.

  8. Neapolitan Joe 7 luglio 2017, 22:55

    Tutti sono migliori di DEMAgogo.

  9. Federico Villani 7 luglio 2017, 22:19

    Ps Ma quella roba bianca sulla giacca di de Laurentiis(ella foto) èforfora o “neve…”? ahahahahahahah xD

  10. Ciro Polpetta 7 luglio 2017, 21:50

    Ma allora il Napolista sta proprio andando a ruotolo!

  11. Carlo Beccaria 7 luglio 2017, 21:40

    le 50 polpette gliele avrà date con o senza clausola?

  12. Ecco perchè in piazza Plebiscito non c’era nessuno!! È stato un flop. La gente si è dimenticata di Maradona
    ??

  13. Ah beh adesso tutto si spiega vuoi mettere?
    Se prima per il Napolista calcisticamente parlando ADL era un Santo, adesso che finanzia pure il PD è un Dio!!
    Stu blog sta prendendo una brutta piega.
    PIEGA POLITICA ADDIO CALCIO.

  14. Federico Villani 7 luglio 2017, 20:01

    Almeno il finanziamento è reolarmente denunciato!
    Quindi la vostra prospettiva, sarebbe quella di un presidente smaliziato(e non lo metto in dubbio) che finanzia il Pd(e non credo sia l’unico partito…) per poi in futuro(sono anche io convinto che le prossime elezioni le vincerà il partito di Renzi, quando finalmente ci faranno votare, viva la democrazia…) la classe dirigente del partito prenderà in esame e di buon occhio le istanze del presidente?
    Se così fosse mi vergognereii(da il Napolista) perchè ci si batte per l’equità, contro il nepotismo o il clientelismo, per poi farne un ode solo perchè ne trarrebbe beneficio un personaggio supportato(da il Napolista) ed indirettamente la sociètà calcio Napoli?(da verificare se poi invece non rientrino nell’operazione maliziosa altri interressi del patron del Napoli)

    • Il Napolista si batte, come tutti o quasi, per la propria tasca e per nient’altro.

      • Federico Villani 10 luglio 2017, 14:56

        Sei una persona pragmatica e realista!
        Mi piace molto il tuo modo di ragiionare, leggendo da tuoi post, anche precedenti.
        😉

        • Posso non avere sempre ragione (magari quasi mai) ma provo sempre ad analizzare la realtà dei fatti nel dettaglio prima di dare giudizi, quindi lo apprezzo come un bel complimento 😉

  15. giancarlo percuoco 7 luglio 2017, 19:56

    e che ci fate con 50.000 euro, una mangiata da Vissani?

  16. Ma fine facite tanto la “narrativa” politico intellettuale… E poi vi perdete in un acclamazione di papponismo puro e acuto?

Comments are closed.