Spagna, i diritti tv Champions vanno a Telefonica: più di 700 milioni per il triennio 2018-2021

La Champions non sarà trasmessa in chiaro, almeno per il momento. Con gli introiti spagnoli, la Uefa centra l’obiettivo iniziale: ricavi tv su del 30%.

Spagna, i diritti tv Champions vanno a Telefonica: più di 700 milioni per il triennio 2018-2021

Aumento del 30%

La Champions “spagnola” a Telefonica. La società di telecomunicazioni iberica ha acquistato i diritti televisivi della massima competizione continentale per il triennio 2018-2021. Costo dell’operazione: tra 230 milioni e 250 milioni all’anno, per un importo superiore ai 700 milioni nel triennio. L’indiscrezione è stata rivelata da Calcio&Finanza, che cita fonti della stampa spagnola specializzata.

La vera notizia riguarda la modalità di trasmissione delle partite e l’aumento importante degli introiti per l’Uefa. Per la prima volta, infatti, la Champions non sarà trasmessa in chiaro in terra spagnola. Almeno per il momento, tutti i match saranno visibili solo con la pay-tv. Possibile, però, che qualche evento possa essere trasmesso in chiaro sull’emittente Gol!. Con la cifra incassata da Telefonica, la confederazione europea termina il giro d’Europa col sorriso. È stato infatti centrato l’obiettivo iniziale: accrescere i ricavi televisivi del 30%. Come dire: dal punto di vista commerciale, la riforma voluta dai grandi club funziona. Eccome.

ilnapolista © riproduzione riservata