Il mercato del Napoli, dalla A alla Zoet: il portiere olandese è il nome nuovo

Un profilo da dodicesimo (in caso di permanenza di Reina) accanto ai soliti noti Cragno, Neto, Leno. Si lavora sugli esuberi e sulla clausola di Berenguer.

Il mercato del Napoli, dalla A alla Zoet: il portiere olandese è il nome nuovo

Rassegna stampa

Il mercato del Napoli vive una dimensione doppia e parallela. Da una parte c’è la tensione per il caso Reina, per una maglia di portiere titolare da assegnare in maniera certa e convinta. Dall’altra ci sono le necessità della rosa, da completare in entrata e da tagliuzzare in uscita. È quanto spiega oggi La Gazzetta dello Sport, che fa quattro nomi «in bilico» nell’organico di Sarri. Ovvero Maksimovic, Pavoletti, Tonelli e Giaccherini. Il difensore serbo non è a rischio per la conferma, ma si cercherà a tutti i costi un modo per abbassare il riscatto con il Torino. Diversa la situazione del centravanti – che piace a Lazio e Udinese – e del difensore centrale, che però ha da far vedere di aver recuperato misure di forma accettabili.

L’ultimo della lista, Giaccherini, è destinato a lasciare Napoli – sempre secondo la rosea – più che altro per impossibilità di essere schierato al posto di Callejon. E per la politica del club, che vuole puntare sui giovani in tutti gli slot della rosa. Quindi, ecco Berenguer e le ipotesi alternative (ma più costose) Suso e Castillejo. E poi il portiere, of course. Il nome della Gazzetta è quello di Cragno, sempre per questa storia dei giovani. L’altra suggestione è quella del Mattino, che lancia un nome finora mai uscito sulla ruota di Napoli. È quello dell’olandese Zoet, classe ’91 del Psv. Il suo acquisto sarebbe legato alla permanenza di Reina: farebbe il secondo aumentando peso specifico del dodicesimo attraverso l’esperienza internazionale.

Gli altri nomi

C’è poco altro, in realtà, da segnalare. Il Mattino tiene caldi i nomi di Neto e Leno, ma solo in caso di addio di Reina. Il Corriere dello Sport, proprio come il quotidiano del Chiatamone, spiega che Berenguer non partirà per meno di 9 milioni, l’ammontare della sua clausola rescissoria. Accanto a lui, ci sono i soliti Ounas e Castillejo, ma secondo la testata romana il calciatore navarro è in testa per una questione di età (21 anni da compiere) e tattica. Nessuno, infatti, ha caratteristiche simili alle sue, da uomo di fascia completo. Un vice Callejon in senso assoluto, per dirla tutta.

ilnapolista © riproduzione riservata