L’Inter e il bluff del fair play finanziario: i 30 milioni arrivano da Banega, Caprari, Miangué e Dimarco

L’Inter è stata “punita” lo scorso anno dalla Uefa, ma è rientrata con sotterfugi ad arte della cifra necessaria ad evitare nuove sanzioni.

L’Inter e il bluff del fair play finanziario: i 30 milioni arrivano da Banega, Caprari, Miangué e Dimarco

La verità sul Fair Play finanziario

Non è che questa volta ci avevamo creduto e siamo stati disattesi. Anche perché l’Inter è stata effettivamente punita dal Fair Play Finanziario nella scorsa stagione (rosa ridotta in Europa League) e quest’anno è stata effettivamente costretta a cedere dei calciatori. Il problema è che quest’ultimo passaggio può essere facilmente “taroccato”. Ed è stato taroccato, ma non nel senso di imbroglio. Nel senso di sotterfugio perfettamente legale. Basta leggere nomi e cifre dei calciatori che i nerazzurri hanno ceduto per pareggiare i 30 milioni in plusvalenze necessari a rispettare il voluntary agreement con la Uefa. Li elenca la Gazzetta: Banega, Carpari, Miangue, Dimarco, Eguelfi. Totale 29 milioni. Sì, avete letto bene.

Questo il dettaglio delle compravendite: Ever Banega al Siviglia (9 milioni), Miangue Senna al Cagliari (3,5 milioni), Federico Dimarco al Sion (2 milioni) e Fabio Eguelfi all’Atalanta (1,5 milioni). Niente sacrifici per Perisic, Murillo, Miranda, Brozovic. Insomma, i big. Solo che poi Skriniar arriverà dalla Sampdoria per una cifra superiore ai 20 milioni. Caprari, insomma, non è altro che una piccola “droga contabile”. O meglio: un sotterfugio, assolutamente legale, per aggirare il fair play finanziario.

Ci saranno anche altre cessioni “laterali”: Biabiany, Ranocchia, Gravillon, Puscas. Robetta, insomma. Poi, dal primo luglio, il possibile via “reale” al mercato. Perché scadranno i termini dell’Uefa, non ci saranno limitazioni e Suning potrà riversare la sua potenza economica. In attesa di nuovi “stop” dell’Uefa. In ogni caso, la Gazzetta scrive di una vera e propria rivoluzione Inter, anche senza i paletti del fpf: Medel e Murillo sono gli indiziati per gli addii.

 

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Raffaele Sannino 30 giugno 2017, 15:49

    Caprari a 15M significa chiaramente aggirare le norme UEFA,ma anche l’operazione Banega puzza d’imbroglio.Lasciato andare a zero lo scorso anno,adesso lo riprendono a Siviglia per 9M?Senza contare che la stessa squadra mantiene Jovetic ancora di proprietà interista.Insomma gli elementi per pensare male ci sono.Anche la cessione di Salah per circa 50M è stato un trucco (tra proprietari americani) per aggirare il FFP.Che vergogna.

Comments are closed.