Il grande caso Cristiano Ronaldo: avrebbe deciso di lasciare il Real Madrid

Un giro sui giornali spagnoli per capire come potrebbe rivoluzionarsi il mercato: 400 milioni di investimento per Ronaldo, il prezzo lo fa il Real.

Il grande caso Cristiano Ronaldo: avrebbe deciso di lasciare il Real Madrid

Sconvolgere il calciomercato

Cristiano Ronaldo via dal Real Madrid. Una decisione presa da tempo e ora più che mai confermata, viva nella mente del portoghese. Come dire: altro che Donnarumma. Il calcio europeo potrebbe improvvisamente vedere capovolgersi gli equilibri di mercato intorno a una notizia che avrebbe del clamoroso. E che, nonostante questa dimensione di scarsa verosimiglianza, viene confermata da più parti.

La bomba è stata sganciata dal giornale portoghese A Bola questa mattina. Ora, tra MarcaAs, le conferme sono molteplici. Si parla di una scelta maturata prima della finale di Cardiff e confermata in un secondo momento. Si parla, soprattutto, della denuncia del fisco spagnolo e del fatto che Cristiano si senta «perseguitato», in Spagna, dal punto di vista delle tasse come dalla stampa. E poi c’è la possibilità di ritornare a “casa”, allo United, uno dei pochi club in grado di investire tutti i soldi necessari a un trasferimento che sarebbe epocale.

Ma che, come si legge proprio sui giornali spagnoli, sarebbe in ogni caso guidato dal Real Madrid. Nel senso che sarà il club blanco, nel caso, a fare il prezzo per il suo campione. Anche perché, lo scrive Marca in un pezzo “confidencial”, il Real Madrid «non trattiene nessuno contro la sua volontà». Cioè, della serie: succede anche al Real Madrid. Altro che Donnarumma, bis.

Le motivazioni dell’eventuale addio sono chiare, si vocifera – quindi si scrive – anche di un risentimento nei confronti della dirigenza, che non avrebbe preso abbastanza le sue difese nella faccenda del fisco. Ronaldo varrebbe un investimento da 400 milioni tra prezzo del cartellino (un’offerta iniziale da 180, da club non specificato, sarebbe già stata rifiutata da Perez) e ingaggio pluriennale. Per questo, si parla proprio di United, City o al massimo Psg. Con i Red Devils in testa alle preferenze per ovvi motivi. Vediamo come andrà.

ilnapolista © riproduzione riservata