La curva Fiesole scrive (in fiorentino) ai Della Valle: «O vi occupate della Fiorentina, o ve ne andate»

I tifosi viola alla proprietà Della Valle: «Avete dato in gestione la Fiorentina, il nostro amore, come si fa per le cose vecchie».

La curva Fiesole scrive (in fiorentino) ai Della Valle: «O vi occupate della Fiorentina, o ve ne andate»

Il comunicato della curva Fiesole

Il punto che non va giù alla curva viola è il disamore della proprietà verso la Fiorentina. Espresso con l’assenza, o quantomeno con una scarsa presenza, dai fratelli Della Valle – secondo i tifosi. Il senso del comunicato della Fiesole è tutto qui. Anzi, i toni riescono ad essere addirittura concilianti, non barbari, persino un po’ goliardici. È un invito a «tornare ad occuparsi del club». Scritto in dialetto, tra l’altro. Leggiamo il comunicato: VA FIESOLE

Cari DV… Proviamo così. Proviamo in fiorentino a farvi capire perché il vostro tempo a Firenze l’è arrivato a i capolinea.

A leggere le sue dichiarazioni Diego sinceramente ci vien un po’ da ridere (a proposito qual buon vento?!) ma soprattutto ci fa fare un salto nel passato quando 15 anni fa siete arrivati a Firenze. Ricordate vero. C’erano 30.000 persone in serie C strette intorno ad un amore ferito pronte a sostenerlo. C’era entusiasmo, eravate presenti. Basta sentire le parole dei giocatori dell’epoca per capire la differenza con il vuoto di oggi.

Il vero problema, cari signori, le un sono le mancate vittorie. Le coppe le un si vincevano prima e le un si vincono nemmeno oggi. E non è neanche un’annata storta che ci preoccupa, abbiamo visto di peggio. La nostra vittoria è essere e sentirsi fiorentini, orgogliosi della nostra storia e della nostra città. E il vero problema è che ormai da anni la nostra Fiorentina l’avete abbandonata, o meglio data in gestione come si fa con le cose vecchie, come una delle vostre tante aziende che avete.

La Fiorentina è il nostro amore, la nostra vita e questo non lo possiamo accettare.

Dove eravate nei momenti cruciali di questa stagione? Pensate che basti guardare i giocatori negli occhi a volta o fare una trasferta all’anno. Lo sapete perchè possiamo permetterci di urlarvi il nostro dissenso? Perchè NOI non l’abbiamo mai lasciata sola e MAI la lasceremo. Da a Baku, a Palermo, con la pioggia o con il vento noi saremo sempre al suo fianco. E lo saremo anche quando un giorno, lontano o vicino che sia, voi non ci sarete più. O forse pensate che i 20.000 abbonamenti di quest’anno sian dovuti alla vostra entusiasmante gestione.

Lo sapete che migliaia di questi e un vengan nemmeno più allo stadio. E non immaginate quanti hanno smesso di farlo dopo decenni. E la si domanda lei in do gli sta i divertimento si figuri noi. Muoiono i sogni de’ fiorentini che ve ne rendete conto o no?!

Facciamo così. Invece di perdere tempo a far la conta de guelfi e dei ghibellini venite a Firenze, fate una bella conferenza stampa SOLO VOI DUE senza gli intermediari di turno. Parlateci, raccontateci quello che volete fare in maniera chiara e trasparente. Noi saremo li ad ascoltarvi pronti a riaccogliervi se decidete di tornare magari si fa anche du’ parole insieme.Attenzione però il nostro è un AMORE non un prodotto. Diego, Andrea o lo trattate come tale tornando ad essere presenti e vicini oppure vi si ridice, per noi potete andarvene fin da subito, non vi preoccupate noi si va avanti lo stesso.

Con tutto il cuore, la Curva Fiesole.

ilnapolista © riproduzione riservata