Giuntoli, 14mila euro di ammenda per le dichiarazioni post Juventus-Napoli

Il diesse azzurro ha patteggiato la cifra, condanna per «dichiarazioni lesive nei confronti dell’operato del signor Paolo Valeri, arbitro del match».

Giuntoli, 14mila euro di ammenda per le dichiarazioni post Juventus-Napoli

Semifinale di andata di Coppa Italia

La notte di Coppa Italia, a Torino, la semifinale di andata persa per 3-2 contro la Juventus, costa 14mila euro a Cristiano Giuntoli. Il direttore sportivo azzurro, intervenuto ai microfoni di Rai Sport durante il postpartita, è stato infatti sanzionato dalla Procura Federale per le dichiarazioni sull’arbritraggio di Valeri. La multa è arrivata dopo il patteggiamento, per aver «espresso pubblicamente dichiarazioni lesive della reputazione, della competenza e della capacità professionale del Sig. Valeri Paolo, arbitro della gara Juventus – Napoli disputata in data 28/02/2017, nonché dell’intera classe arbitrale». Anche per il Napoli multa della stessa cifra. Sotto, il comunicato ufficiale della Figc.

“COMUNICATO UFFICIALE N. I56/AA

Vista la comunicazione della Procura Federale relativa al provvedimento di conclusione delle indagini di cui al procedimento n. 888 pf 16/17 adottato nei confronti del Sig. CRISTIANO GIUNTOLI e della società S.S.C. NAPOLI S.P.A., avente ad oggetto la seguente condotta:

CRISTIANO GIUNTOLI, all’epoca dei fatti Direttore Sportivo della S.S.C. Napoli S.p.A.. in violazione dell’art. I bis, comma 1, e dell’art. 5, comma 1, del Codice di Giustizia Sportiva, per avere lo stesso, a mezzo di un’intervista rilasciata ai microfoni “RAI” e riportata dai quotidiani sportivi nazionali, espresso pubblicamente dichiarazioni lesive della reputazione, della competenza e della capacità professionale del Sig. Valeri Paolo, arbitro della gara Juventus – Napoli disputata in data 28/02/2017, nonché dell’intera classe arbitrale;

S.S.C. NAPOLI S.P.A., a titolo di responsabilità oggettiva ai sensi dell’art. 4, comma 2 e dell’art. 5, comma 2, del Codice di Giustizia Sportiva per le azioni ed i comportamenti disciplinarmente rilevanti posti in essere dal proprio Direttore Sportivo, Sig. Giuntoli Cristiano;

— vista la richiesta di applicazione della sanzione ex art. 32 sexies del Codice di Giustizia Sportiva, formulata dal Sig. CRISTIANO GIUNTOLI e dal Cav. Aurelio De Laurentiis nell’interesse della società S.S.C. NAPOLI S.P.A, in qualità di legale rappresentante;
— vista l’informazione trasmessa alla Procura Generale dello Sport;
— vista la prestazione del consenso da parte della Procura Federale;
— rilevato che il Presidente Federale non ha formulato osservazioni in ordine all’accordo raggiunto dalle parti relativo all’applicazione della sanzione di Euro 14.000,00 (quattordicimila/00) di ammenda nei confronti del Sig. CRISTIANO GIUNTOLI e di Euro 14.000,00 (quattordicimila/00) di ammenda per la società S.S.C. NAPOLI S.P.A;
si rende noto l’accordo come sopra menzionato.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Vito Romaniello 27 Aprile 2017, 1:23

    Il bue che chiama cornuto il ciuccio.

Comments are closed.