Lettera a Repubblica: “Quel ragazzo cacciato dalla Nisida perché juventino”

«Una immagine raccapricciante consumatasi sotto gli occhi dei miei figli: la borghesia napoletana è il vero grande male della nostra martoriata città».

Lettera a Repubblica: “Quel ragazzo cacciato dalla Nisida perché juventino”

Riportiamo una lettera pubblicata dall’edizione napoletana de La Repubblica 

Quei professionisti teppisti da stadio

Nella vita ho avuto sempre l’insensata certezza che sia un obbligo occupare un ruolo all’interno della società civile. Tanto, sul presupposto che l’istruzione arricchisca la ragione, sensibilizzando al contempo l’animo, sì da renderci maestri verso chi non ha avuto il medesimo percorso culturale.

Ma, purtroppo, la quotidianità ha svolto il ruolo opposto, quello di minare alle basi i miei personali assunti. Succede allora che, nel settore dello stadio San Paolo riservato ai più facoltosi professionisti, si debba assistere alla vergognosa scena di tifosi in giacca e cravatta che rivolgono irripetibili improperi contro una famigliola di fede bianconera, sino al necessario intervento degli steward, costretti a far uscire tutta la famiglia dalla Tribuna Nisida, scortando un ragazzo come fosse un appestato di manzoniana memoria. Di fronte a questa raccapricciante immagine, consumatasi sotto gli occhi dei miei figli, la certezza si trasforma in dubbio, mentre un’altra prende sempre più possesso di me: la borghesia napoletana è il vero grande male della nostra martoriata città.

 

Borghesia Napoli

 

 

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Antonella Capaldo 7 aprile 2017, 9:58

    perché repubblica invece di pubblicare queste cose non manda qualche giornalista in località Giugliano – nei pressi di bacogas, dove c’è un insediamento di circa 200 roulottes che aumentano giorno dopo giorno, l’ho segnalato a tutti (polizia, carabinieri, vigili urbani) nessuno fa niente,

  2. Toni Cacciapuoti 6 aprile 2017, 18:45

    Scusa ma penso che sia stato la cosa minore a noi al “cessum”non ce lo fanno nemmeno guardare. E poi io ho visto il video e per amore della verità sei stato trattato fin troppo bene. Per tuo figlio mi dispiace perché devono pagare sempre le colpe dei padri.

  3. Se è vera questa notizia è solo la conferma di un degrado che commenta da sé tutto.
    Al ragazzino tifoso resterà solo l’amarezza di un episodio da cui spero ne tragga il giusto insegnamento.
    Ai vili e mediocri protagonisti resterà l’insensatezza del loro malvivere che spiega poi come nel quotidiano ordinario quali siano e perché i problemi irrisolti ancora oggi di una città dalla cultura millenaria bistrattata da minuscoli bipedi dalla semplice esistenza biologica,quindi inutile.
    Le più sincere scuse ai signori costretti a dover affrontare questa misera realtà.

  4. una premessa. il fatto è sbagliato in se. tifare per la propria squadra, se non fatto in modo provocatorio, è cosa nobile ed auspicabile.
    fine della premessa.
    ma di cosa parlate ? i media del nord erano alla ricerca spasmodica dell’evento traumatico per sparlare e sparlare. fare editoriali ed articoli. niente. dovranno accontentarsi di questo episodio. disdicevole sicuramente ,ma un episodio. che spero non si ripeterà in futuro.
    posto qualche foto ,a futura memoria, per ricordarci (nel caso fosse necessario) contro cosa siamo in contrapposizione.
    p.s. : nei primi 5 post, tre sono di scornacchiati. meditate, redazione, meditate…. https://uploads.disquscdn.com/images/9106ba26b3878541bd3079342e2210a355fc176040f75919578dc0030c51a5d1.jpg https://uploads.disquscdn.com/images/649b40afcf9169b3ad92e81b4746df3892fa379d1b780e9c32ef5c040f03b83c.jpg https://uploads.disquscdn.com/images/ddb4693e64fe5e9fadae026ecba3907bcfd904282562af87f67311f2c1227ee4.jpg

    • Marchese di Carabàs 6 aprile 2017, 13:13

      Striscioni esecrabili, ma credo ci sia una bella differenza tra gli insulti e le violenze. Io ricordo sassaiole contro il pullman della Juve (che deve togliere il logo per andare a Napoli, rendiamoci conto del livello di degrado raggiunto), ricordo lavandini divelti e usati come armi contro tifosi juventini, ricordo speronamenti. Se invece si vuole continuare a dire che gli striscioni e i cori sono peggio, fate pure. Sappiate che in ogni stadio si sentono cori e si vedono striscioni sull’Heysel, su Pessotto, sui giovani del vivaio Juve morti qualche anno fa.

      Sul ps. c’è poco da meditare, ci sono più articoli sulla Juve qui che su Juventibus, la redazione si è ridicolizzata per una settimana dando spazio alle invenzioni di Pecoraro, finalmente costretto a smentire tutto davanti alla procura antimavia, davvero c’è da stupirsi che sia aumentata la presenza di tifosi juventini sul Napolista? Tornate a parlare del Napoli e vedrete che grazie all’inesistente capacità di dialogo di alcuni utenti qui ritornerete presto nell’anonimato.

      • GiovannI Calabrese 6 aprile 2017, 17:19

        Caro Marchese, basta guardare le cose in maniera onesta. Solo lei è pochi altri scrivete qui da qualche settimana e, soprattutto, scrivete anche da altre parti. Ma si tolga lo sfizio di analizzare il comportamento di qualcuno dei suoi colleghi tifosi della Juve – basta cliccare sulla loro immagine per accedere ai loro interventi. Potrà notare che scrivono, da sempre, solo qui, Come si dice, in maniera ossessivo/compulsiva…
        E, in tema di capacità di dialogo, li legga e si faccia, da solo, un’idea…

  5. Mario Pansera 6 aprile 2017, 12:22

    secondo me e’ na pall

    • C’è un video.
      Qualcuno voleva proprio menarli:si intravede un energumeno che è stato trattenuto a stento da altri tifosi napoletani

  6. Che volete che sia?Qua sopra ho letto di gente soddisfatta perché a Figo lanciarono una testa di maiale e ad Higuain solo fischi(mentendo spudoratamente perché Gonz4lo è stato insultato in tutti i modi,e non era goliardia ma livore allo stato puro)

  7. Jean Paul Sartre 6 aprile 2017, 11:41

    “La correttezza del pubblico napoletano” cit.

Comments are closed.