Vieni a vivere a Napoli. Il film diventa mostra d’arte

Una sperimentazione artistica firmata Accademia di Belle Arti e Run Fulm. Dal 23 marzo

Vieni a vivere a Napoli. Il film diventa mostra d’arte

Vieni a vivere a Napoli, il film a episodi diretto da Edoardo De Angelis, Guido Lombardi e Francesco Prisco, diventa anche una mostra d’arte itinerante.

I manifesti cinematografici

I manifesti progettati dagli studenti dell’Accademia di Belle Arti di Napoli saranno esposti nei Cinema Modernissimo da domani, 23 marzo, giorno dell’uscita del film, fino al 30 marzo. La mostra si sposterà poi al Cinema Teatro Posillipo e al Cinema Metropolitan per le due settimane successive (orario mostra dalle 19:30).

Vieni a Vivere a Napoli

Fabrizio Perrella

L’iniziativa

Durante il primo semestre dell’Anno Accademico 2016-2017, nell’ambito delle attività didattiche dei corsi di Graphic Design per la Comunicazione pubblica e di Comunicazione pubblicitaria (biennio di Design della comunicazione) tenuti rispettivamente dai docenti Enrica D’Aguanno e Diego Del Pozzo, sono stati effettuati una serie di workshop finalizzati a una sperimentazione artistica sul tema del manifesto cinematografico. Grazie a un accordo di collaborazione con la casa di produzione Run Film, i workshop hanno avuto come oggetto di sperimentazione proprio il film Vieni a vivere a Napoli, distribuito nei cinema italiani da Europictures.

Una mostra parallela al film

Coerentemente con le finalità didattiche e formative dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, i manifesti (la cui stampa è stata realizzata grazie alla Run Film) non sono stati inseriti nella campagna di comunicazione commerciale ufficiale del film, ma sono confluiti in una mostra parallela al percorso del film.

Gli studenti hanno progettato anche altri materiali promozionali (gif animate, pressbook, loghi, idee per il merchandising, azioni di viral marketing, eccetera) che saranno proposti  sulla pagina Facebook ufficiale del film durante le prime settimane di programmazione nei cinema.

Nelle foto, i manifesti degli studenti Greta Capozzi, Tiziana Palmisano, Laura Biasiucci, Martina La Gatta e Fabrizio Perrella.

 

ilnapolista © riproduzione riservata