Monchi: «Lascio per stanchezza. La Roma? Ci sono anche altri club»

Il direttore sportivo del Siviglia lascia l’Andalusia dopo diciotto anni e otto trofei: «È una mia decisione personale, il club ha cercato di trattenermi».

Monchi: «Lascio per stanchezza. La Roma? Ci sono anche altri club»

La conferenza d’addio

Monchi lascia il Siviglia. Il direttore sportivo degli andalusi, dopo 19 anni e 8 trofei conquistati (una Copa del Rey, tre Europa League, una Supercoppa di Spagna e una Europea) ha comunicato la decisione ufficiale presa di comune accordo con il club. Ex portiere e poi dirigente, per Monchi si è a lungo parlato di un trasferimento alla Roma. Durante il suo saluto, oggi in conferenza stampa, ha spiegato i motivi di questa scelta: «Lascio per stanchezza, semplicemente. Sono colmo di pressione, tensione, amore per questo club. È una mia scelta personale, non c’è bisogno di cercare altre ragioni. Il club ha fatto di tutto per trattenermi, anche offerte economiche importanti».

Sul suo futuro, Monchi ha detto e non detto: «So che in molti non crederanno a queste mie parole, ma non ci sono accordi con altri club. La Roma? Sì, ho parlato con loro ma ci sono anche altre squadre. Non c’è nessuna firma, vedremo più avanti. Ho la necessità di cambiare aria».

Il presidente del Siviglia Castro ha voluto aprire la conferenza ringraziando Monchi per i tanti anni di lavoro al club. E, insieme, ha chiarito la posizione della dirigenza: «È un giorno molto difficile. Abbiamo tentato di fare il possibile e l’impossibile per trattenerlo, anche con una offerta di mercato eccezionale per il club. Ma abbiamo dato spazio alla persona Monchi. Sa che questa sarà sempre casa sua, per sempre».

ilnapolista © riproduzione riservata