Il dramma di Pjaca, Mariani contraddice il medico della Croazia: «Tornerà come prima»

Boris Nemec, in mattinata, aveva citato una statistica: «Il 45% dei calciatori che subiscono questo incidente non tornano ai loro livelli precedenti»

Il dramma di Pjaca, Mariani contraddice il medico della Croazia: «Tornerà come prima»

Come Milik

Infortunio in nazionale, salta il legamento crociato. Marko Pjaca sfortunatissimo come Arkadiusz Milik, stessa identica dinamica. Per il polacco, il recupero è filato via in maniera veloce e positiva. L’incidente a inizio ottobre, il ritorno in campo il 15 febbraio. Quattro mesi o giù di lì. Per Pjaca, almeno questo è certo, stagione finita. Non solo niente doppia sfida al Napoli, ma un arrivederci al prossimo ritiro estivo. Le dichiarazioni uscite oggi hanno però alimentato il dubbio: con quali prospettive avverrà il ritorno del giovane fantasista croato?

Il primo intervento è stato tutt’altro che ottimista. Il medico della Croazia, il dottor Boris Nemec – intervistato da Juvenews -, aveva infatti sostenuto che «difficilmente i calciatori tornano come prima dopo un infortunio del genere». Anzi, ecco il numero preciso dei casi risolti in maniera positiva: «Temo per il suo recupero, perché i giocatori che subiscono questo tipo di lesione, nel 45% dei casi, non tornano come prima».

Con un’altra frase, un piccolo attacco anche a Mariani: «Il metodo utilizzato dal professor Mariani prevede un recupero di 4-5 mesi, ma la Fifa per infortuni del genere raccomanda di far trascorrere 7-8 mesi prima del rientro in campo. Io non permetterei mai al giocatore di tornare prima di sei mesi, perché c’è il rischio che il legamento del ginocchio ceda di nuovo. Dopo tre mesi Pjaca sarà in grado di correre in avanti ma non di cambiare direzione, se un giocatore mi chiedesse di rientrare prima di sei mesi gli consiglierei di cambiare medico».

La risposta di Mariani

La replica del chirurgo che ha operato anche Milik non si è fatta attendere: «Ognuno ha  esperienza in merito, il medico croato parlerà della sua croata. In ogni caso, riporta un dato medio della Fifa fatto da un autore svedese. Credo comunque che la sua teoria sia inesatta. Nove calciatori su dieci tornano a giocare. Probabilmente Pjaca resterà fermo 6 mesi, il recupero in molti casi è soggettivo. Se saranno 4 o 7 l’importante è che lui segua un protocollo riabilitativo ben definitivo. Il ragazzo era teso oggi e lo era anche ieri. Gli dispiace aver avuto questo infortunio, chiunque di noi si sarebbe demoralizzato, ma penso sia normale. Posso però assicurare a tutti i tifosi della Juve che Pjaca tornerà sui suoi livelli».

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Questo è l’anno dei crociati. solo nella mia squadra di fantacalcio, ne ho avuti 3.
    Non capisco la ratio di certe polemiche, davvero.

  2. Milik e Insigne sono tornati come prima se non meglio, si curasse in Italia che è meglio Pjaca. Buona guarigione!

  3. auguro al forte giocatore croato una pronta e piena guarigione. anche per contraddire quel menagramo di medico sociale della nazionale croata.

  4. Auguri guagliò. L’unica tua sfiga è indossare quella maglia, per il resto, in bocca al lupo.

Comments are closed.