Champions, la Juventus non sbaglia: Pjaca e Dani Alves, Porto battuto 2-0

Due minuti e due cambi bastano ad Allegri per firmare il suo capolavoro. Porto in dieci minuti dalla mezz’ora del primo tempo, doppio giallo (giusto) a Telles.

Champions, la Juventus non sbaglia: Pjaca e Dani Alves, Porto battuto 2-0

L’andata degli ottavi

Vittoria semplice, quasi elementare per la Juventus in Allegri. La squadra bianconera batte per 2-0 il Porto a domicilio, i gol nella ripresa dei de calciatori fatti entrare da Allergi: Pjaca e Dani Alves. Nel primo tempo, alla mezz’ora, il momento chiave della partita: la (giusta) espulsione di Alex Telles per doppio giallo.

La vittoria della Juve nasce dopo il rosso all’ex terzino dell’Inter. Nella prima parte, infatti, il match è equilibrato e non produce grandi emozioni. Dopo il raggiunto vantaggio numerico, i bianconeri alzano gradualmente il ritmo. Prima dell’intervallo, Cuadrado, Dybala e Higuain provano a impegnare Casillas, ma l’esito dei loro tentativi è nullo. Nel frattempo, Nuno Espirito Santo ha sostituito l’unico attaccante di ruolo, André Silva, con il terzino di riserva Layun: il Porto è praticamente nullo in fase offensiva.

Nella ripresa, i due minuti e i due cambi che trasformano il match: Pjaca per Cuadrado, Dani Alves per Lichtsteiner. Il croato trova una rete fortuita dopo un rimpallo, il brasiliano ex Barça si inventa una conclusione volante in area su cross dalla sinistra di Alex Sandro. Il 2-0 chiude la partita e la pratica qualificazione già all’andata, prima due buone occasioni con Khedira dal limite e con un bel tiro a giro di Higuain. Il resto è controllo. Finisce così, ed è una notte dolcissima per la Juventus. Che è già praticamente ai quarti, salvo miracoli clamorosi (e impronosticabili, vista la pochezza del Porto) al ritorno. Applausi ad Allegri, che da Bonucci in giù ha azzeccato tutte le mosse possibili.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Allegri resta uno degli allenatori più bravi nella lettura in corso della partita. Saper vincere le partite con i cambi è importante.

  2. Un grazie sincero va a Telles, ex interista.
    P.S. Bisogna pur ammettere che per un giornalista autorevole (T.P.) l’espulsione è eccessiva…

Comments are closed.