Conte fa l’impresa, Chelsea-Manchester United 4-0. Guardiola non scappa: 1-1 tra City e Southampton

I Blues abbattono Mourinho con Pedro, Cahill, Hazard e Kanté, i Citizens impattano con Ihenacho l’iniziale vantaggio dei Saints, siglato da Redmond.

Conte fa l’impresa, Chelsea-Manchester United 4-0. Guardiola non scappa: 1-1 tra City e Southampton

Giornata importante in Premier League. Anzi, importantissima. Forse decisiva per la corsa al titolo, in quanto non promuove nessuna strafavorita (al momento, terzetto in testa Manchester City-Arsenal-Liverpool) e ritrova un’altra big, il Chelsea di Conte. Il tecnico salentino compie l’impresa di giornata, schiantando per 4-0 il Manchester United di Mourinho a Stamford Bridge. Partite letteralmente dominata dagli uomini in Blues, che vanno in vantaggio dopo appena un minuto grazie a un gol di Pedro su dormita completa della difesa United: palla lunga diagonale di Alonso, l’ex Barça scappa dietro la difesa, supera De Gea e mette in porta il primo gol dell’incontro. Saltato il tappo, è dominio Chelsea: Hazard sfiora al quarto d’ora il secondo gol, che arriva puntuale poco dopo il 20esimo minuto con Cahill, che sugli sviluppi di un corner batte di testa il portiere dei Red Devils. Il primo tempo si conclude con i londinesi avanti di due, la ripresa non fa che confermare l’assoluto dominio degli uomini di Conte: il 3-0 è di Eden Hazard, il 4-0 viene firmato a venti minuti dalla fine (!) da N’golo Kanté. Chelsea show, Mourinho nel baratro nel giorno del suo ritorno a Stamford Bridge: i rossi di Manchester sono ora a sei punti dalla vetta e a cinque dal Chelsea, a una lunghezza dai tre club che comandano la (equilibratissima) classifica di Premier.

Anche perché, nell’altro scontro di giornata, il Manchester City stecca ancora: la squadra di Guardiola, impegnata in casa contro il Southampton, non va oltre uno striminzito 1-1. Gli Sky Blues non vincono in Premier dal 24 settembre, tre partite fa, e oggi si salvano grazie all’ingresso nella ripresa di Ihenacho. Il prodotto dell’Academy sigla il gol del pareggio correggendo in porta una palla bassa crossata da Sané direttamente dal lato corto dell’area di rigore dei Saints, che nella prima frazione di gioco erano passati in vantaggio grazie a Redmond, abile a sfruttare un retropassaggio sballato di Stones e a infilare Bravo. Finisce così, e per Guardiola sono cinque partite senza vittoria (due pareggi e tre sconfitte) tra Premier e Champions League.

ilnapolista © riproduzione riservata