Il compagno Sarri fuga i dubbi sull’anima proletaria di Wanda Nara

Politburo speciale a Castel Volturno. Sarri esprime apprezzamento per l’arrivo di due giocatori polacchi.

Il compagno Sarri fuga i dubbi sull’anima proletaria di Wanda Nara
Il compagno Sarri indica la strada della Rivoluzione (Domenico Catapano)

Sala della Purezza e della Napoletanità (ex bagno e antibagno del Chiattone Ispanico a Castel Volturno). Verbale della riunione del Politburo. Il Compagno Condottiero Maurizio Sarri ha svolto una lunga analisi dell’attuale situazione di transizione verso la dittatura del popolino alla luce dell’efferata aggressione padronale della reazione torinese. Questo il resoconto a uso della stampa: “Compagni, in questi caldi giorni c’è un ampio confronto tra di noi sull’approccio della dottrina marxista alla delicata questione rappresentata da Wanda Nara. So che molti di voi avanzano talune riserve e critiche sulla sincera adesione di Wanda Nara ai valori del proletariato. Chi però fa queste osservazioni, ponendosi di fatto nell’errore deviazionista, dimentica che la compagna Nara ha figliato ben quattro volte: tre con Maxi Lopez e una con Maurito Icardi. Il numero della prole è in linea con la rivoluzione proletaria. Alla compagna Nara nessuno può insegnare nulla, sarà la nostra Anna Kuliscioff, più Kuli che Scioff a dire il vero, lo ammetto.

Piuttosto e lo dico con grande chiarezza vedo insinuarsi tra di noi il veleno del bacchettonismo, nella cui corrente si ritrovano quanti vogliono sostituire il Chiattone Chiattillo con il colombiano Bacca. No, compagni. I comunisti sarriti non saranno mai bacchettoni, nel senso di Bacca, nonostante una consolidata tradizione marxista maturata proprio qui nella nostra terra, come dimostra il compagno stalinista Giorgio Napolitano monogamo da oltre cinquant’anni. La lotta a Bacca e al bacchettonismo ci costerà parecchio ma solo con il marito di Wanda Nara riusciremo a tenere testa alla spregiudicata borghesia del regno di Savoia.

Vi comunico poi la mia grande gioia per l’arrivo dei due nuovi compagni giocatori polacchi. Il blocco dei paesi fratelli del Patto di Varsavia è in costante aumento: un rumeno, un albanese, un cecoslovacco e adesso due polacchi. Il nostro obiettivo sarà l’Europa dell’Est League.

Infine, compagni, una vibrante smentita e un augurio. Mi sono state riferite maligne voci messe ad arte in giro dalla strategia della tensione nordista. In base a queste voci il Compagno Presidente avrebbe inserito ‘Torna a Surriento’ nel concerto del San Carlo al San Paolo per manifestarmi platealmente le sue minacce di epurazione nei miei confronti. E’ una menzogna della propaganda anti-borbonica e anti-sarrita: il nostro rapporto è saldo come l’acciaio forgiato dai compagni metallurgici. La festa del novantesimo compleanno è stata un’esibizione di unità e compattezza ed essa coincide con la stessa età celebrata dal compagno Fidel Castro. Vi ricordo il suo eterno monito: ‘La rivoluzione non è un letto di rose’. Ricordatelo anche tu compagna Nara. Basta spostare una ‘c’ e una ‘i’ e Icardi diventa Caridi, come il senatore della reazione fatto arrestare in Senato”.

Zdanov ilnapolista © riproduzione riservata
  • Gigino Borghett

    Compagno Zdanov, non dimentichiamo però che i 60 milioni necessari all’ acquisto, oltre a rappresentare uno sfoggio capitalista di chiattonita opulenza, sarebbero uno schiaffo ai valori del proletariato. Meglio investirli in una scugnizzeria per forgiare le nuove leve del sarrismo

  • Raffaele Sannino

    Wanda accostata al proletariato nun se proprio sentì…