Secondigliano Block Party: una festa per denunciare il degrado del parco comunale

Secondigliano Block Party: una festa per denunciare il degrado del parco comunale

Parte oggi la seconda edizione del Secondigliano Block Party. Una due giorni di giochi, esibizioni e sport nel parco “San Gaetano Errico”. L’evento, il cui nome si rifà alle “feste del rione” organizzate negli anni ’70 nel Bronx, è organizzato dal Larsec – Laboratorio di Riscossa Secondiglianese ed anche quest’anno rientra nella rassegna “Giugno Giovani” patrocinata dall’Assessorato ai Giovani, alla Creatività e all’Innovazione del Comune di Napoli.

Un’occasione di festa per il quartiere, ma anche di denuncia per lo stato di degrado del parco di viale delle Galassie.

«Il parco è un “simbolo nel simbolo” per le alterne vicende che lo hanno visto a lungo in uno stato di degrado ed abbandono – spiega Chiara Capasso cofondatrice di Larsec – L’anno scorso era in uno stato di abbandono assoluto, ma in seguito al nostro evento il comune intervenne. Poi però è tornato nel dimenticatoio. Avevamo anche proposto di andare noi a ripulirlo, ma ci hanno risposto che non era possibile. Vogliamo sensibilizzare la cittadinanza e le istituzioni verso il verde pubblico.

L’erba del prato è talmente alta che abbiamo dovuto cercare dei posti per le esibizioni dove gli artisti non fossero sovrastati dalle piante. La zona giochi per i bambini è addirittura transennata perché distrutta. Al di là dello stato di degrado, c’è anche la mancanza di vigilanza e quindi ciò che c’è viene vandalizzato. Ci sono orde di ragazzini che distruggono, infastidiscono e talvolta picchiamo altri ragazzi. E’ importante che oltre ad essere recuperato il parco sia messo anche in sicurezza»

Per questo motivo oggi e domani, dalle 18 alle 22, il parco “San Gaetano Errico” si trasformerà in un unico enorme palcoscenico per più di quaranta esibizioni che si alterneranno in contemporanea. Musicisti, pittori, danzatori, body painters, writers, circensi, poeti ma anche squadre di rugby, bike polo ed associazioni di ginnastica artistica e arti marziali provenienti da tutta la Campania.
L’obiettivo è quello di portare l’attenzione verso un bene comune da valorizzare.

I musicisti che si alterneranno: Giobbe, Roberto Ormanni & il Quarter, gli Editti e Antonio D’Angiò, Vittorio Amato e Manuel Miranda; Nello Romagnuolo, Giordano Esposito, Errore #404, Daniele Ciaravolo, Sara Magdalena, il Cammino di Santiago; per le arti visive parteciperanno: Alberto Orso, Giulio Scarpati, Luigi Gallo, Gianluca Raro, M.T. (Mai Tanto) e il GASH – Gruppo artistico studio Hydra; gli scrittori: Antonio Mascolo, Mario D’Onofrio, Giulia Sangiuliano e Roberto Della Ragione; le società sportive: Scampia Rugby, No Limits, Endless Project e il Mammut bike polo e per finire l’artista circense Giovanni D’Angiò.

ilnapolista © riproduzione riservata