Se Sarri telefona, Lapadula dice sì: fate chiamare anche il Porto per Herrera e, perché no, Saponara

Se Sarri telefona, Lapadula dice sì: fate chiamare anche il Porto per Herrera e, perché no, Saponara

Giusto 50 anni fa, nel 1966, una ancor giovanissima Mina incide un brano scritto da Maurizio Costanzo, destinato a fare epoca. Il titolo è “Se telefonando”, e nessuno poteva mai pensare che cinquant’anni dopo sarebbe diventata la colonna sonora del calciomercato del Napoli, almeno di quello scritto sui giornali.

Sì, perché dopo la convulsa giornata di ieri (soprattutto sul fronte-Lapadula con un incontro tra club ed entourage del giocatore sbandierato ai quattro ventu), una telefonata non solo allunga la vita, ma te la cambia. Quella di Sarri, soprattutto. Secondo i rumors, infatti, sarebbe stato un contatto telefonico tra il mister azzurro e Gianluca Lapadula a convincere quest’ultimo ad accettare, finalmente, il passaggio al Napoli. Lo scrive Il Corriere del Mezzogiorno, con un titolo a effetto (“Sarri convince Lapagol”), e lo conferma la Gazzetta. Leggiamo: «All’attaccante classe ’90 proposto un quadriennale da 800mila euro netti a stagione. Nell’affare sono stati inseriti anche il napoletano Ferdinando Del Sole, classe ’98, – che andrebbe a rinforzare la Primavera azzurra in vista della Youth League – e Jacopo Dezi, in prestito al Pescara».

Sugli altri nomi, c’è una situazione che pare meno definita e decisa. Per Fabinho, ad esempio, siamo ben lontani dalla soluzione del rebus. Sempre la Gazzetta scrive che De Laurentiis, per il giovane terzino brasiliano, che De Laurentiis, per lui, non è disposto a sborsare più di 12-13 milioni di euro. Nell’affare, però, potrebbe anche essere inserito il cartellino di Zuniga per abbassare le pretese economiche del Monaco. Altra segnalazione della rosea quella su Artur Ionita: secondo il quotidiano milanese, il Napoli è tornato forte su Artur Ionita, moldavo dell’Hellas Verona, da acquistare con trattativa solitaria o magari in sinergia con l’Empoli. C’è però un inserimento malandrino della Juventus, interessata al calciatore (ma non era scarso?), che farebbe lievitare il prezzo iniziale (4 milion) fino a 7.

Situazione-Herrera: il Napoli, secondo quanto scrivono i giornali, può sorridere e rimanere ottimista. Secondo il Corriere del Mezzogiorno, che riporta le parole di Pierpaolo Marino, il calciatore potrebbe essere a Napoli per le visite mediche già dopo la Copa America. Resta da limare l’intesa col Porto, mentre con il mediano box-to-box impegnato negli Usa con la nazionale Tricolor, l’accordo sembra totale. Scrive in questo modo anche la Gazzetta dello Sport, che rilancia anche il nome di Sven Kums: il belga, però, arriverebbe solo in caso di cessione di Valdifiori (che preferisce l’Udinese al Cagliari).

E in tutto questo, cosa dice il Corriere dello Sport? Dice una cosa interessante, acconta di un retroscena abbastanza succulento: Giuntoli, ieri, avrebbe pranzato con il suo collega dell’Empoli Carli. Che si sia parlato di Saponara? Subito tutto smentito, ma una telefonata di Sarri, in questo caso, sarebbe un tentativo da non escludere completamente.

Ultime due suggestioni: la prima viene lanciata da Sky, che racconta di un sondaggio partnopeo per Axel Witsel, mediano del Belgio di proprietà dello Zenith San Pietroburgo. Uno che prende 4,2 milioni di euro, e che pare abiti troppo lontano, come luogo e come stipendio, anche per le tariffe agevolate nel cellulare di Sarri. L’altro rumors, un po’ più verosimile, è del Mattino, che scrive di Higuain e del ritiro di Dimaro: «Il Napoli sta ultimando la sede per la preparazione estiva, e nelle locandine compare la sagoma del Pipita. Un segnale non di poco conto». Vero. Gli avrà telefonato Sarri.

ilnapolista © riproduzione riservata